Troppi casi di contagio a Pagani, il sindaco chiede aiuto al prefetto

Mario Memoli,  

Troppi casi di contagio a Pagani, il sindaco chiede aiuto al prefetto

Una missiva, al prefetto di Salerno, per chiedere un incontro urgente. Ad inviarla è stato il sindaco di Pagani Lello De Prisco.  Alla base della richiesta la preoccupante diffusione del contagio nella città di Sant’Alfonso, che determina la necessità di decisioni coraggiose da prendere per tentare di controllare la già delicata situazione sanitaria. “Altro punto focale è l’insufficienza delle forze dell’ordine sul territorio, in numero troppo esiguo per poter garantire un’adeguata gestione della sicurezza, focalizzata sia sul rispetto delle ordinanze governative, regionali e comunali sia su tutte le altre necessità di controllo territoriali”. Intanto, le situazioni di contagio all’ordine del giorno e le quarantene obbligatorie hanno ulteriormente assottigliato il già esiguo numero di dipendenti comunali disponibili ogni giorno. La criticità riguarda tra gli altri anche il cimitero comunale, nei cui uffici si sono verificati due contagi con la conseguente quarantena del personale. A questa situazione lo stesso sindaco ha ovviato ieri mattina con un ordine di servizio, concordato con il direttore dell’Aspa, Aniello Giordano, grazie al quale si riuscirà ad assicurare l’apertura del cimitero comunale nella fascia oraria dalle 8 alle 13 per permettere le visite. Tutti gli altri servizi cimiteriali restano assicurati. Inoltre il punto Usca a Pagani sarà operativo il giovedì mattina dalle 9.30 e domenica mattina dalle 9.30 dove saranno effettuati 100 tamponi al giorno, già programmati, in modalità drive-in nel piazzale antistante il mercato ortofrutticolo, di cui il 50% su cittadini paganesi e il 50% su cittadini di Sarno.  Si tratta di tamponi già programmati, a cui non si può aggiungere alcun altro. I tamponi tutti dovrebbero essere processati presso l’ospedale di Nocera Inferiore che da ieri si è dotato, dopo mesi, di un macchinario per analizzare i test sul coronavirus (fino a 400 al giorno).  Dalla prossima settimana, invece, diventerà inoltre ufficialmente operativa la sede paganese dell’Usca, allocata al mercato ortofrutticolo Pagani- Nocera, grazie alla quale saranno attivati i controlli domiciliari. Il drive in rimarrà operativo. I tamponi non potranno essere effettuati su base volontaria, ma su segnalazione da parte dell’Asl. Per stasera intanto è stato convocato un incontro presso il centro sociale di via De Gasperi alle ore 19, a cui prenderanno parte l’amministrazione comunale, i medici di base e il Coc per avere un contatto più diretto possibile con i primi riferimenti sanitari territoriali.

CRONACA