Givova Scafati trionfo in Supercoppa, la dedica di Longobardi: “Agli angeli del Covid Hospital e alla città”

Tiziano Valle,  

Givova Scafati trionfo in Supercoppa, la dedica di Longobardi: “Agli angeli del Covid Hospital e alla città”

«Dedichiamo questa vittoria a tutta la città di Scafati, ai nostri tifosi e agli angeli che lavorano nel Covid Hospital dello Scarlato». Patron Longobardi non nasconde l’emozione per la vittoria della Supercoppa che conferma le ambizioni di un roster costruito per vincere e guidato da un coach di assoluto livello come Alex Finelli. Di successi la famiglia Longobardi ne ha messi assieme diversi in questi anni, ma la vittoria in un periodo così difficile di emergenza pandemica ha un sapore speciale. «I primi a chiamarmi per complimentarsi sono stati il professor Polverino e la dottoressa Mauro del reparto Covid dell’ospedale di Scafati ed è stato davvero un pensiero gradito – dice patron Longobardi – Lo sport ha anche il compito di alleviare un momento di pressione che tutti stiamo vivendo e sono contento la nostra squadra sia riuscita a regalare questa gioia alla città di Scafati e di tutti i tifosi che ci seguono dal comprensorio, da Angri a Nocera».«Questa vittoria conferma che la Givova Scafati è una realtà – continua Longobardi – La mia famiglia la presiede da 34 anni e con gli amici Acanfora e Rossano anche quest’anno abbiamo costruito qualcosa di importante». Un cammino esaltante quello della Givova Scafati in Supercoppa: «In questa manifestazione abbiamo affrontato tre partite toste contro Rieti, Ferrara e Forlì, che sono squadre ben attrezzate – dice il patron Longobardi – Siamo sempre partiti bene in tutte le gara e anche quando gli avversari hanno rimesso in discussione il risultato, siamo stati bravi a riprendere in mano il pallino del gioco e a condurre in porto le partite».La finale l’ha vissuta con la solita partecipazione: «Io sereno non riesco proprio a starci – sorride – Anche per quando arrivi in finale sei consapevole che se non la vinci, sembra che non hai fatto nulla. Questo successo ci consente di riscattare anche la sconfitta di quattro anni fa con la Fortitudo Bologna che arrivò ad appena 20 secondi dalla fine».Patron Nello Longobardi riconosce meriti speciali al «coach Alex Finelli e al general manager Gino Guastaferro» oltre che ai ragazzi che con le loro prestazioni hanno permesso alla Givova Scafati di conquistare la Supercoppa «ma ora non ci dobbiamo montare la testa – avverte – Sono fiducioso perché abbiamo un gruppo esperto, che sa che non si tratta sicuramente di un punto di arrivo. Questa è una manifestazione alla quale abbiamo partecipato e vinto, martedì ci godremo tutti assieme questo successo rispettando le regole, anche se purtroppo senza tifosi. Poi si comincerà subito a lavorare per preparare la partita di campionato a Roma».

CRONACA