Biglietterie dei bus chiuse, a Capri scatta la protesta dei pendolari

Marco Milano,  

Biglietterie dei bus chiuse, a Capri scatta la protesta dei pendolari

A Capri biglietterie dei bus chiuse in orario pomeridiano, utenti impossibilitati a rinnovare l’abbonamento di dicembre costretti ad acquistare biglietti singoli, protesta l’Unione Nazionale Consumatori. L’inizio del mese di dicembre ha fatto registrare disagi sul fronte dei trasporti su gomma all’ombra dei Faraglioni. La delegazione isola di Capri dell’Unione Consumatori, infatti, ha ricevuto diverse segnalazioni, da parte degli utenti del servizio di trasporto pubblico, per l’impossibilitĂ  di rinnovare gli abbonamenti per la chiusura delle biglietterie dopo le ore 14. “A ciò va aggiunto – ha spiegato il delegato isolano dell’Unione Consumatori Teodorico Boniello – che in caso si intenda viaggiare con biglietto singolo, l’utente ha la sola possibilitĂ  di acquistare il titolo di viaggio a bordo, a 2.50 euro, prezzo maggiorato. Abbiamo, quindi, inviato regolare diffida”.

Nella nota inviata per conoscenza anche alle due amministrazioni comunali isolane, Teodorico Boniello ha fatto anche notare l’impossibilitĂ  sul territorio isolano di acquistare titoli di viaggio in altri centri abilitati. Inoltre l’Unione Consumatori ha invitato al ripristino delle corse precedentemente tagliate «salvo disposizione di proroga delle misure in corso da parte della Regione Campania, considerato – ha scritto il responsabile sull’isola di Capri dell’Unione Nazionale Consumatori – che qualsiasi inadempimento è considerata interruzione di pubblico servizio». In queste ore sembra, comunque, che l’azienda possa aver riorganizzato il servizio ticket consentendo, quindi, di evitare i disagi portati alla luce dall’Unione Nazionale Consumatori. Intanto sempre a proposito di trasporto pubblico isolano, in una nota ufficiale dell’organizzazione sindacale Usb Lavoro Privato, firmata da Adolfo Vallini e Francesco Chierchia, esecutivo provinciale e Rsa, si annunciano le procedure di raffreddamento inoltrando la richiesta di un incontro ai sensi della normativa vigente. Obiettivo del confronto per l’Usb che aveva anche chiesto «senza indugio la riapertura, dalle ore 8 alle ore 20 della biglietteria» sarĂ  anche quello di affrontare l’argomento «pagamento degli stipendi e ticket arretrati, in un momento di gravissima emergenza sanitaria e di tensione sociale per il paese».

CRONACA