Il Covid non dà tregua, altri due morti sui Monti Lattari

Gaetano Angellotti,  

Il Covid non dà tregua, altri due morti sui Monti Lattari
Ospedale Cotugno di Napoli Mascherine Coronavirus COVID 19 Virus

Scende al 9,3% il tasso di nuovi positivi (1842) sui tamponi processati in Campania (19.759). I sintomatici sono 185, e scende di altre sei unità rispetto a martedì il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva, ieri 173 su 656 disponibili. MIgliora la situazione ospedaliera anche sul versante delle degenze covid ‘ordinarie’, che passano a 2.064 (meno 35 rispetto a martedì) su 3.160 posti disponibili tra strutture pubbliche e sanità privata. Resta ancora alto, invece, il numero delle vittime del virus in Campania: il bollettino dell’Unità di crisi ne segnala 43, di cui 22 decedute nelle ultime 48 ore e 21 decedute in precedenza ma registrate soltanto martedì. Come quella della sedicesima vittima causata dal Covid a Gragnano: si tratta di un anziano 95enne, C.C., le cui condizioni di salute erano buone prima che a seguito di una caduta subisse una frattura: il contagio da Coronavirus ha contribuito ad aggravare il suo quadro clinico, causandone alla fine il decesso, avvenuto nella giornata di martedì. Si tratta dell’ennesimo lutto nella città della pasta, dove la seconda ondata di contagi ha causato un’impennata notevole di casi. Nel novero delle vittimeanche la nona morte per Covid registrata ieri mattina a Pimonte. Si tratta di Francesco Di Palma, 70 anni, ricoverato da diverse settimane all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Sorrento. Una triste notizia, che ha gelato poco dopo mezzogiorno l’intera comunità pimontese. Il 70enne era infatti stimato e benvoluto da tutti nel piccolo paese dei monti Lattari. A stroncarlo è stato il contagio da Covid – 19. Cresce dunque il bilancio dei morti nel piccolo centro pimontese, dove è ancora in atto il focolaio all’interno della casa di riposo “Il Gelsomino”, situata nella frazione Franche. Sei delle nove vittime locali erano infatti ospiti della struttura per anziani. Ciononostante, nelle strade del centro continuano a vedersi persone senza mascherina, oppure che danno vita a dei mini – assembramenti, incuranti del rischio sanitario per sé e per gli altri. Sono circa 100 gli attualmente positivi nel piccolo centro dei monti Lattari, mentre un’altra persona è ricoverata in ospedale per l’aggravarsi delle condizioni cliniche.Preoccupazione anche in penisola sorrentina per i contagi nelle Rsa. Innanzitutto a Piano di Sorrento dove vi sono oltre 30 contagiati all’interno dell’ospizio San Michele. Nelle ultime ore è stato lanciato l’appello perché serve personale. Il sindaco di Piano di Sorrento, Vincenzo Iaccarino, ha comunque chiarito che sono in arrivo Oss per seguire gli ospiti. Due nuovi casi di contagio collegati anche a Villa Simpliciano, la Rsa di Meta dove alcune settimane fa vi sono stati diversi contagiati tra anziani e operatori. Sospiro di sollievo invece a Vico Equense: forte crollo dei positivi, sono poco più di 100. Un dato in controtendenza rispetto alle ultime settimane.

CRONACA