Crisi & lavoro a Torre del Greco, corsi di formazione gratuiti per le fasce deboli

Alberto Dortucci,  

Crisi & lavoro a Torre del Greco, corsi di formazione gratuiti per le fasce deboli
Palazzo Baronale, sede del Comune

Torre del Greco. Quattro corsi di formazione per aiutare i cittadini stritolati dalla crisi a trovare un nuovo sbocco occupazionale. è l’ultima iniziativa, completamente gratuita per i beneficiari, promossa dall’amministrazione comunale targata Giovanni Palomba in favore delle fasce deboli del territorio.

Nell’ambito delle misure nazionali di contrasto alla povertà, infatti, l’assessorato alla politiche sociali guidato dal vicesindaco Luisa Refuto – espressione dei due consiglieri comunali della lista civica Il Cittadino, Pasquale Brancaccio e Luigi Caldarola – ha previsto quattro corsi per operatore alle vendite telefoniche, operatore all’assistenza educativa ai disabili, operatore di banco di prodotti alimentari e acconciatore dello spettacolo. Al termine dei quattro corsi di formazioni saranno rilasciati attestati di qualifica.

L’iniziativa riguarderà 60 beneficiari, selezionati attraverso un apposito avviso pubblico già diffuso attraverso il sito istituzionale del Comune e le pagine social di diversi esponenti della carovana del buongoverno di palazzo Baronale. Con tale procedura, l’Ambito territoriale N31 garantirà ai beneficiari la possibilità di partecipare gratuitamente a quattro distinti corsi di formazione della durata di 600 ore ciascuno tra lezioni teoriche e presenze all’interno di aziende del territorio organizzati presso strutture presenti a Torre del Greco.

I requisiti richiesti per accedere al beneficio sono stati pensati proprio per agevolare chi sia in condizione di svantaggio economico e sociale e non abbia un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.

«In questo periodo difficile sia sotto il profilo sanitario sia sotto il profilo economico – sottolinea Luisa Refuto – abbiamo ritenuto necessario e doveroso questo intervento per agevolare il reinserimento nel mercato del lavoro di cittadini che vertono in condizione di povertà. I corsi prevedono 60 beneficiari e saranno totalmente gratuiti. Il nostro impegno non si ferma, l’attenzione alle fasce deboli è sempre stata massima e continueremo a lavorare per raggiungere gli obiettivi prefissati dall’assessorato».

(c)riproduzione riservata

CRONACA