Giocavano a carte in una taverna privata, 10 denunciati a Boscoreale

Redazione,  

Giocavano a carte in una taverna privata, 10 denunciati a Boscoreale

BOSCOREALE  – Sono stati sorpresi in una taverna privata a giocare a carte in violazione delle norme anti-contagio. Per questo motivo dieci persone, tutte non conviventi e provenienti da comuni diversi, sono state denunciate a Boscoreale nell’ambito di una più ampia operazione di controllo del territorio che ha portato complessivamente a due denunce ed altre 26 sanzioni pecuniarie.

È questo il bilancio degli interventi effettuati dai carabinieri della compagnia di Torre Annunziata, in collaborazione con quelli del reggimento Campania, del nucleo cinofili di Sarno e della stazione forestale di Castellammare di Stabia, su disposizione dal Comando provinciale di Napoli nei comuni di Torre Annunziata, San Giuseppe Vesuviano, Pompei e Boscoreale. In particolare, a Pompei i militari della sezione radiomobile hanno denunciato un uomo di 35 anni già noto alle forze dell’ordine perché trovato in possesso di una mazza da baseball di un metro nascosta nell’auto a bordo della quale è stato fermato e controllato.

A San Giuseppe Vesuviano, invece, i carabinieri della locale stazione hanno denunciato un uomo di 61 anni per avere abbandonato su un’area di circa 150 metri quadrati carcasse di veicoli, parti meccaniche ed elettriche. L’area è stata sequestrata. Particolare attenzione è stata rivolta poi alle norme anti-contagio: oltre ai dieci sanzionati a Boscoreale, altri 26 sono stati sanzionati perché senza i prescritti dispositivi di protezione individuale, in assembramento e fuori dei comuni di residenza senza giustificato motivo. Nel corso del servizio sono state controllate oltre 75 persone e 21 veicoli: elevate anche sei contravvenzioni al codice della strada.

CRONACA