Nuovo liceo scientifico a Terzigno, via libera dalla Soprintendenza

Andrea Ripa,  

Nuovo liceo scientifico a Terzigno, via libera dalla Soprintendenza

Un altro mattone verso la realizzazione di un’opera destinata a cambiare il volto di Terzigno. Nell’attesa che aprano finalmente i cantieri nell’ex area Contaldi, per i vertici dell’amministrazione comunale quella di ieri è stata un’altra giornata che ha segnato un passo importante verso la nascita del nuovo liceo scientifico. Una scuola da costruire grazie al tesoretto messo a disposizione dalla Città Metropolitana e destinata a trasferire finalmente i giovani dell’istituto da un vecchio palazzo in cui sono costretti a far lezione. Ieri mattina è arrivato anche il via libera della Soprintendenza di Napoli che ha ufficialmente comunicato di aver espresso «parere favorevole al progetto di fattibilità tecnico-economica per la realizzazione di un edificio da destinare a istituto superiore nell’area di proprietà comunale di via Galileo Galilei». Insomma all’Ente che fa capo al Ministero per i beni e le attività culturali ha dato il proprio parere sulla bontà del progetto, in attesa di ricevere dall’amministrazione comunale il progetto definitivo dell’opera. «Si avvicina la posa della prima pietra, il parere favorevole è una vittoria per l’intera comunità», il commento del primo cittadino Francesco Ranieri che da ieri è tornato alla guida del municipio di via Gionti dopo aver sconfitto il Covid e dopo una lunga settimana in “reclusione” forzata a causa del virus. Nelle scorse settimane l’amministrazione comunale, con una delibera di giunta co-firmata dagli assessori Genny Falciano (all’istruzione) e Massimo Annunziata (delegati ai lavori pubblici), aveva approvato la relazione tecnica relativa alla valutazione archeologica preventiva sull’area di via Galileo Galilei, destinata a essere ceduta in comodato d’uso gratuito alla Città Metropolitana che avrà l’onere di realizzare il nuovo liceo scientifico. Uno studio passato all’attenzione del dirigente Celestino Casaliveri, responsabile unico del procedimento, che sta seguendo da anni l’evolversi del maxi investimento da circa 10 milioni di euro per la nascita del nuovo liceo scientifico di Terzigno. La prima tranche del maxi finanziamento – totalmente a carico degli enti sovra- comunali – servirà alla costruzione del nuovo edificio scolastico – Lotto A – e la realizzazione del corpo aule da mettere a disposizione degli studenti di Terzigno. Circa 8,4 milioni di euro serviranno per far partire i lavori che saranno avviati non appena i fondi disponibili. Mentre i fondi per il Lotto B serviranno per la costruzione della palestra e dell’auditorium dell’istituto superiore.

CRONACA