Covid, appello del sindaco di Castellammare al vescovo: ‘Dati preoccupanti, parroci vigilino, soprattutto alle esequie’

Redazione,  

Covid, appello del sindaco di Castellammare al vescovo: ‘Dati preoccupanti, parroci vigilino, soprattutto alle esequie’

CASTELLAMMARE DI STABIA – ”Rispetto delle indicazioni sanitarie”: è la richiesta che il Comune di Castellammare di Stabia ha inviato al vescovo della Diocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia, monsignor Francesco Alfano, per prevenire la diffusione del Coronavirus. ”I dati riguardanti l’emergenza sanitaria comunicati negli ultimi giorni destano preoccupazione e richiedono la massima attenzione da parte di tutti”, si legge nella lettera firmata dal sindaco Gaetano Cimmino, che chiede ”un’attenta vigilanza dei parroci sul rispetto” delle disposizioni concordate dal presidente del Consiglio dei Ministri con il presidente della Conferenza episcopale italiana, in merito alle celebrazioni liturgiche, ma con ”particolare attenzione per alcune celebrazioni, anzitutto le esequie”. Viene chiesto il ”distanziamento evitando i contatti personali, in specie prima e dopo la celebrazione”. Il sindaco Cimmino chiede di ricordare ai fedeli che ”non è consentito l’accesso al luogo della celebrazione a coloro che sono stati in contatto con persone positive a Sars-CoV-2 nei giorni precedenti”. Il dato più recente di cittadini stabiesi contagiati, comunicato dalla Regione Campania – successivo a quello comunicato dal Comune di 144 positivi ai test Covid, nelle ultime 48 ore – è di 88 positivi ai test Covid. Questo ultimo è relativo alle ultime 24 ore ed è aggiornato alle ore 23,59 di ieri.

CRONACA