L’Idea-Progetto dell’Associazione Ingegneri per il PUC di Torre Annunziata

Redazione,  

L’Idea-Progetto dell’Associazione Ingegneri per il PUC di Torre Annunziata

PUC – Piano Urbanistico di Torre Annunziata. Dall’Associazione Ingegneri oplontina una proposta sul futuro possibile e sostenibile della nostra Comunità e dell’intero territorio.

Da sempre impegnata nella vita sociale e culturale della Città, l’Associazione Ingegneri di Torre Annunziata (A.I.T.A.), all’importante appuntamento della redazione del Piano Urbanistico Comunale, al solito non fa mancare il proprio contributo sulla “visione di Futuro” per la nostra Città. Il Presidente, Cesare Damiano, evidenzia e ribadisce, ancora una volta, la netta scelta di campo orientata a favore dell’“antica vocazione turistica e commerciale delle nostre zone con relativo rilancio dell’Area Portuale”, anche attraverso il collegamento con la rete autostradale, così come dettagliatamente prevista nell’Idea-Progetto, donata all’Amministrazione Comunale nel lontano 16 Giugno 1997, e finalizzata appunto: “alla rinascita, alla riqualificazione ambientale, allo sviluppo ed alla creazione di nuove opportunità occupazionali della nostra Comunità e del comprensorio”.

Lo scorso 25 febbraio, nell’ambito delle attività di ascolto delle Associazioni presenti sul territorio, propedeutiche alla definizione del PUC di Torre Annunziata, sono stati consegnati alla nuova Assessora all’Urbanistica del comune di Torre Annunziata, Arch. Stefania Caiazzo, gli elaborati dell’originale Idea Progetto del ’97. L’Associazione Ingegneri evidenzia che: “tali elaborati, anche se datati, continuano ad indicare, in maniera netta ed inequivocabile, la validità di tutte le potenzialità e le peculiarità sulla visione di futuro di Torre Annunziata espresse nell’Idea – Progetto, proponendosi ancora oggi, quale sicuro modello privilegiato di rinascita e sviluppo sostenibile del nostro territorio. Modello che l’A.I.T.A. auspica possa ispirare i contenuti del PUC, di cui è prossima la pubblicazione del preliminare”.

CRONACA