20 SE, lo smartphone entry level sotto i 150 euro

Gennaro Annunziata,  

20 SE, lo smartphone entry level sotto i 150 euro
La finitura superficiale posteriore, grazie a due diversi tipi di nano fotoincisione, crea suggestivi giochi di luci ed ombrie

Oggigiorno pensare di acquistare uno smartphone performante, spendendo tra i 100 e i 200 euro, non è un’utopia.  Prova ne è il nuovo 20 SE di TCL, che è attualmente in offerta su Amazon a 139,72 euro.

L’ultimo arrivato della azienda cinese, presentato al CES 2021, ha alcune specifiche tecniche proprie dei device più celebrati, e, grazie all’ampio display e al doppio altoparlante, si propone come un ottimo dispositivo sia per il lavoro che per il tempo libero.

Nella confezione di vendita, a parte lo smartphone, troviamo un caricatore da 10W (è supportata la ricarica fino a 18W), un cavo USB-A/USB-C, una custodia TPU trasparente, degli auricolari in-ear di discreta qualità, una pellicola protettiva per lo schermo da applicare, lo strumento per aprire il carrellino SIM e la manualistica.

La scocca unibody del 20 SE, che ha dimensioni (172,08 x 77,14 x 9,1 mm) e peso (206 g) importanti ma in linea con quelli di gran parte dei telefoni in circolazione, è realizzata in vetro 2.5D, davanti, e in materiale plastico (PMMA e PC) su profilo e faccia posteriore.

20 SE, lo smartphone entry level sotto i 150 euro

Quest’ultima, disponibile nelle colorazioni Nuit Black e Aurora Green, ha una finitura superficiale, che, grazie a due diverse tipologie di nano fotoincisione, crea giochi di luce e ombre, che si aspirano alla bellezza naturale e ai colori dell’aurora boreale. Purtroppo tende a sporcarsi facilmente, riempendosi di impronte.

20 SE, lo smartphone entry level sotto i 150 euro

Il design, caratterizzato da bordi curvi, è privo di elementi stilistici distintivi, eccezion fatta per l’isola cam a semaforo sul retro. Il modulo Quad Camera, poco sporgente, si trova in alto a sinistra con i quattro obiettivi allineati in verticale e due flash led a destra. Poco sotto di esso, al centro, c’è un lettore di impronte digitali circolare, preciso e veloce. Per sbloccare il dispositivo è possibile in alternativa utilizzare il Face Key, il riconoscimento del viso 2D con la cam frontale.

20 SE, lo smartphone entry level sotto i 150 euro

Sul frame laterale, a destra, bilanciere del volume e tasto di accensione; a sinistra, Smart Key, un tasto dedicato per l’accesso immediato a Google Assistant, e il vassoio estraibile, che può ospitare due nanoSIM telefonica o una nanoSIM e una microSD fino a 256 GB; in basso, microfono principale, porta USB-C con supporto OTG, e, ai due lati, le griglie dei due altoparlanti, che offrono un audio stereo potente ma con una gamma dinamica limitata; in alto, secondo microfono per la soppressione dei rumori ambientali e jack audio da 3,5 mm.

20 SE, lo smartphone entry level sotto i 150 euro

La faccia anteriore, caratterizzata da un rapporto screen to body del 90%, è occupata dallo schermo in formato 20.5:9, circondato da una cornice nera sottile, che ha il mento inferiore più spesso e integra in alto la griglia della capsula auricolare. È un display con V-notch, ovvero, in alto al centro, ha una piccola “goccia” che ospita la cam frontale.

20 SE, lo smartphone entry level sotto i 150 euro

Il display è un non eccezionale IPS LCD da 6,82 pollici con risoluzione HD+ (720 x 1640 pixel) e densità di 263 PPI. Grazie alla tecnologia NXTVISION e al miglioramento in tempo reale offerto da SDR a HDR, offre comunque buoni neri, colori vividi, elevato contrasto e una luminosità (450 nit) tale da assicurare una buona leggibilità anche all’aperto di giorno. Per ridurre l’affaticamento degli occhi e l’esposizione alla dannosa luce blu ci sono Modalità lettura e Eye Comfort. A disposizione anche la modalità Dark e Display ambiente per visualizzare le notifiche a schermo spento.

20 SE, lo smartphone entry level sotto i 150 euro

Il processore a bordo è un Qualcomm Snapdragon 460, un octa-core con frequenza fino a 1,8 GHz, processo produttivo a 11 nm e prestazioni di Intelligenza Artificiale migliorate. Ad affiancarlo la GPU Adreno 610 e 4 GB di memoria RAM. La memoria interna è da 64 GB. Una dotazione hardware in linea con il prezzo di questo smartphone, che, nel corso della nostra prova, ha offerto prestazioni generalmente fluide con sporadici rallentamenti, apparsi facendo multitasking spinto o con giochi più esigenti di risorse.

Nel parco sensori ci sono, oltre a quelli di prossimità e di luminosità, accelerometro ed e-compass.

20 SE, lo smartphone entry level sotto i 150 euro

La batteria da 5000 mAh consente di coprire senza problemi una giornata di utilizzo intenso, arrivando a sera tarda con un margine residuo di almeno il 20%, coerentemente con quello che il produttore dichiara (fino a 17 ore di riproduzione video non-stop, 154 ore di musica o 20 ore di navigazione web in 4G). Grazie alla ricarica inversa On-The-Go, si può utilizzare il telefono come power bank per caricare altri dispositivi, in qualsiasi momento e ovunque ci si trovi.

Il 20 SE è un dual SIM dual standby, che consente nelle impostazioni di scegliere la SIM predefinita per dati, chiamate e messaggi, Buona qualità nelle chiamate telefoniche, grazie a microfoni e capsula auricolare efficienti, e a una buona ricezione.

Per quanto riguarda la connettività sono presenti 4G LTE (fino a 150 Mbit/s in download), Wi-Fi (802,11b/g/n), Bluetooth 5.0 e NFC per i pagamenti contactless. Per la navigazione assistita, sono disponibili GPS, A-GPS, BeiDou, Galileo e GLONASS.

Sul 20 SE è installato il sistema operativo Android 11 con interfaccia utente proprietaria e la comoda edge bar laterale, che consente di accedere a app e funzioni preferite o a un utile righello.  Interessante la funzione Smart Floating Window, che consente di navigare sul web o rispondere ai messaggi senza interrompere la visione di video, presente in una finestra che può essere regolata nelle dimensioni e spostata in qualsiasi punto dello schermo.

20 SE, lo smartphone entry level sotto i 150 euro

La quad cam posteriore è costituita da una fotocamera principale da 16MP (obiettivo apertura F1.8), un grandangolare da 5MP e campo visivo 115° (apertura F2.2), una fotocamera macro da 2MP (apertura F2.4) e una Depth Camera da 2MP (apertura F2.4) per ritratti con effetto bokeh. Lo zoom è digitale 4X.

Tra le funzioni e modalità a disposizione nell’interfaccia fotografica: Ritratto a Colori AI, Google Lens, HDR, istantanee durante la registrazione, modalità Traccia luminosa, modalità notte, modalità Panorama, modalità Ritratto, modalità Pro, rilevamento scena 2.0, modalità Slo-Mo, modalità Super Macro, modalità Stop-Motion, modalità Wide-Angle. Buona la qualità delle foto in condizioni di illuminazione ottimali, meno quando si scatta con poca luce. La fotocamera frontale è da 8MP con campo visivo 80,6°.  I selfies, sfruttando Face Beautification e altri filtri fotografici, sono ideali per la pubblicazione nei social media. I video si possono registrare a [email protected] con la camera principale e a 720P @30FPS con quella frontale.

Da segnalare che il 20 SE è disponibile anche nei negozi e punti vendita WindTre, e si può avere a rata 0 scegliendo una delle offerte con smartphone compreso dell’operatore telefonico.

Gennaro Annunziata

CRONACA