Monte Faito, la “guerra” tra Vico e Castellammare

Redazione,  

Monte Faito, la “guerra” tra Vico e Castellammare

Una particella del Monte Fiato passa di proprietà dalla regione Campania al comune di Vico Equense? E il consigliere comunale di Castellammare di Stabia, di Liberi e Uguali, Tonino Scala, non ci sta e protesta. “L’ottanta per cento del monte Fiato ricade nel territorio di Vico Equense. Noi abbiamo, al momento, scritto solo una lettera,- dice il sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore – i cui contenuti sono passati prima in giunta, in cui proponiamo alla regione Campania di cederci una particella del Faito e in cambio diamo la proprietà di un edificio del nostro comune per sistemare la sede dell’istituto superiore Galileo Galilei. Preciso che questo istituto si trova in un edifico privato, di cui la regione paga un fitto, e che risulta chiuso in quanto non risponde alle garanzie anti Covid. Del resto quella zona del Monte Fiato, benchè di proprietà della regione e della città metropolitana, quando è soggetta a incendi, nevicate, o altre problematicità, ce ne facciamo carico noi, come comune, da sempre. Siamo noi ad assistere e risolvere i problemi. A Castellammare di Stabia la regione Campania ha finanziato una somma importante per ripristinare la strada di accesso da Quisisana. E questa mi sembra una bella e importante notizia per la città stabiese. Non vedo dove sia il problema.”

CRONACA