Sorrento. Stop a nuovi B&b, il Conservatorio resta una scuola

Salvatore Dare,  

Sorrento. Stop a nuovi B&b, il Conservatorio resta una scuola

Niente alberghi o strutture ricettive, nessun cambio di destinazione d’uso o tentativo di rendere quel punto di riferimento culturale situato a quattro passi dalla casa comunale, in piazza Sant’Antonino, nell’ennesima location per il business-turismo. Al centro dei progetti ci sarà il rilancio del servizio scolastico con magari un potenziamento delle attività dedicate ai più piccoli. E’ questa la linea d’azione stabilita dal nuovo consiglio di amministrazione del Conservatorio di Santa Maria delle Grazie di Sorrento, per diversi anni già al centro di una forte polemica sfociata in interrogazioni e mozioni in consiglio comunale per l’avvio all’interno di una parte dell’immobile di un ostello. Il neo presidente del cda Franco Russo, affiancato dai neo consiglieri indicati dal nuovo sindaco Massimo Coppola, precisa subito che «al primo posto del nostro mandato rimane la volontà, impressa anche nello statuto, di porre al centro dell’azione l’attività scolastica. Anche in questo grave stato emergenziale legato alle difficoltà del Covid 19 e a tutte le conseguenze economiche e sanitarie, siamo al lavoro con l’amministrazione per mettere a punto proposte e progetti che intendiamo concretizzare quanto prima». Blindato dunque il discorso scuola, con un indirizzo praticamente intoccabile dedicato all’infanzia, al Conservatorio di Santa Maria delle Grazie si pensa anche di poter rendere realtà corsi per i più piccoli dedicati alle lingue straniere ed altre attività formative, magari pure nel pomeriggio per tutti quei genitori che, impegnati a lavoro, intendono consentire ai propri bambini di restare a scuola. Senza dimenticare la volontà di abbellire ulteriormente il parco interno e le strutture di cui è dotato l’immobile, tra cui una palestra. Oltre Russo (presidente), il nuovo cda risulta essere composto da Raffaele Ercolano, Mariateresa Ciampa, Antonella Galano e Francesco Maria Giovanni De Rasis. La querelle del Conservatorio di Santa Maria delle Grazie finì sotto la luce dei riflettori quando alcuni anni fa la precedente amministrazione concesse a un imprenditore ricettivo l’opportunità di occupare in locazione pluriennale una parte dell’edificio storico. Un progetto legato alla volontà di ospitare giovani e turisti. Il caso sbarcò anche in consiglio comunale con l’interessamento da parte dell’ex sindaco Marco Fiorentino che chiese chiarezza e ragguagli sulla bontà dell’intervento alla giunta e agli uffici tecnici. Ora, appena si è insediato il nuovo primo cittadino di Sorrento Coppola, si è deciso per il cambiamento dell’intero consiglio di amministrazione.

CRONACA