La mattanza del Covid: cinque vittime in poche ore

metropolisweb,  

La mattanza del Covid: cinque vittime in poche ore

Il Covid non dà scampo e fa registrare l’ennesima giornata in cui aumentano i contagi nelle città e si aggiorna il triste rito della conta dei decessi. Sono quattro in poche ore le vittime del coronavirus. Una mattanza che continua giorno dopo giorno e piega le già deboli resistenza di chi non riesce a vedere una via d’uscita. A Castellammare, soprattutto, è il giorno del dolore. Ieri la notizia della morte di Ester Longobardi, 61enne maestra elementare che, già da qualche mese aveva deciso di lasciare l’insegnamento a causa di qualche patologia pregressa e cercare di evitare i contatti esterni. Ma in una situazione complessa come quella di Castellammare che, ad oggi, fa contare più di 2mila cittadini positivi, nemmeno questa accortezza è servita. Un mese fa circa, Esterina, conosciuta anche nel mondo dell’associazionismo e della politica cittadina, è stata contagiata. Da lì è iniziata una durissima battaglia contro il virus, prima col ricovero all’ospedale Loreto Mare dove l’insegnante è rimasta per un mese. Quindi, dopo che le sue condizioni sono peggiorare, il trasferimento all’ospedale Cotugno. Nei giorni scorsi, Ester Longobardi, continuava a tenere i contatti con le sue figlie, Laura e Corinne e col marito, Catello Della Monica, ufficiale dei vigili urbani in pensione. Proprio a sua  figlia Laura, Esterina aveva trasferito la sua passione politica. Laura, infatti, ha sfiorato la prima elezione in consiglio comunale (tutt’ora è la prima dei non eletti in Liberi e Uguali) e si era anche candidata all’uninominale per la Camera dei Deputati nel 2018 raccogliendo tremila preferenze. Tantissime, sui social soprattutto, le frasi che hanno voluto ricordare l’impegno politico di Ester, le sue battaglie per la sinistra e la presenza in tutti i momenti decisivi e difficili della città. Anche Torre del Greco, che come Castellammare, fa i conti con i numeri disastrosi del Covid, dice addio alla sua 123esima vittima.  Il Covid ha colpito, senza lasciargli scampo, l’avvocato Gennaro Marrazzo, 63 anni, uno dei legali più noti in città. Anche per lui il ricordo di amici e colleghi distrutti per una mattanza che sembra non avere fine. Poco distante la penisola sorrentina registra un altro decesso. Si tratta del dodicesimo, dall’inizio della pandemia a Vico Equense. La notizia è stata data dal sindaco, Andrea Buonocore, sulla sua pagina facebook. “Viene strappata all’affetto della sua famiglia e della intera Comunità una nonnina saggia e semplice, una donna forte ed esemplare che ha testimoniato con la sua vita la fedeltà ai valori veri ed autentici” il commento del sindaco Andrea Buonocore. Anche Striano, piccolo comune del Vesuviano, aggiorna il triste dato dei decessi: si tratta di una 71enne che era ricoverata all’ospedale di Sarno e che non ce l’ha fatta. Anche Pompei conta un’altra vittima e un aumento dei positivi che salgono a 371 persone.

CRONACA