Avellino. Nuovo stadio Partenio, progetto da 60 milioni

metropolisweb,  

Avellino. Nuovo stadio Partenio, progetto da 60 milioni

Oltre 21 mila posti al coperto e tutti a sedere, categoria Uefa4, in grado di ospitare gare internazionali: è stato presentato ufficialmente stamattina ad Avellino il progetto di fattibilità del nuovo stadio “Partenio-Lombardi” firmato dall’architetto Gino Zavanella, già progettista dell’Allianz Stadium della Juventus, per conto dell’imprenditore Angelo Antonio D’Agostino, presidente dell’Avellino che attualmente milita nel girone B della Serie C. Il nuovo stadio sorgerà nella stessa area di quello attuale, costruito nei primi anni Settanta da Costantino Rozzi, imprenditore e a sua volta presidente dell’Ascoli Calcio, che sarà abbattuto conservando tuttavia alcuni “pezzi” di quello stadio che vide l’Avellino protagonista in Serie A per dieci anni consecutivi. Tre anni i tempi di realizzazione per un investimento, comprensivo di Iva, di 60 milioni. All’interno del nuovo avveniristico impianto troverà posto il museo calcistico dell’Avellino ma anche attività commerciali e di ristorazione assieme alla riqualificazione dell’intera zona della città, “protetta” dal Monte Partenio e dal Santuario Mariano di Montevergine. Il progetto, che è stato protocollato dal sindaco Gianluca Festa, alla presenza anche del presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, seguirà ora l’iter autorizzativo che dovrebbe concludersi entro un paio di mesi. “La realizzazione del nuovo stadio – ha detto il presidente D’Agostino – sarà interamente realizzato dal mio gruppo. Vogliamo dare una nuova casa ai tifosi e alla storia dell’Avellino Calcio con la speranza di tornare presto in Serie A”. Il presidente Ghirelli ha ringraziato e incoraggiato D’Agostino, che è anche consigliere di Lega, per l’importante iniziativa assunta in un momento difficile per il calcio ad ogni livello. Il sindaco di Avellino, Gianluca Festa, ha sottolineato che “solo chi ha una sana follia imprenditoriale come D’Agostino poteva sognare e realizzare, in tempo di Covid, un progetto importantissimo a livello nazionale. Il nuovo stadio – ha concluso Festa – rappresenterà il nuovo motore per la città e per la provincia di Avellino”.

CRONACA