EOS M50 Mark II, la piccola e potente mirrorless per i social

Gennaro Annunziata,  

EOS M50 Mark II, la piccola e potente mirrorless per i social
La scelta ideale che si tratti di scattare foto per Instagram, di realizzare un video verticale da condividere su TikTok o di trasmettere in live Full HD su YouTube. L'abbiamo provata...

Creare e condividere contenuti video, realizzare dirette streaming è una tendenza sempre più diffusa che ormai coinvolge anche i meno giovani, basti pensare che in Europa, tra il terzo trimestre 2019 e il secondo trimestre 2020, l’uso di TikTok ha registrato un aumento del 93%, nella fascia di età compresa tra 16 e 64 anni.

Con oltre 300.000 storie postate su Instagram ogni minuto, la qualità diventa elemento essenziale perché i propri contenuti si distinguano dalla massa. Per questo motivo sta crescendo la richiesta di apparecchiature fotografiche performanti in grado di soddisfare le esigenze dei vlogger.

Erede della pluripremiata EOS M50, la EOS M50 Mark II è la nuova fotocamera mirrorless entry-level di Canon, che ha nella versatilità il suo punto di forza. È la scelta ideale che si tratti di scattare foto per Instagram Reels, di realizzare un video verticale da condividere su TikTok o di trasmettere in live Full HD su YouTube.

La velocità di scatto, il sensore APS-C da 24,1 megapixel, le modalità intelligenti di messa a fuoco automatica Dual Pixel e di riconoscimento degli occhi garantiscono un enorme vantaggio nelle riprese fotografiche.

EOS M50 Mark II, la piccola e potente mirrorless per i social

Disponibile nelle varianti cromatiche bianca e nera, il corpo macchina della EOS M50 Mark II, realizzato in gran parte in policarbonato, ha dimensioni compatte (116,3 x 88,1 x 58,7 mm) e peso contenuto (387 g).

EOS M50 Mark II, la piccola e potente mirrorless per i social

La nuova fotocamera di Canon, che può essere facilmente utilizzata sia a mano libera che collegata a un gimbal, è in grado di eseguire riprese panoramiche e verticali.

L’impugnatura sul lato destro è salda, grazie al rivestimento gommato ruvido, e fornisce sul retro uno spazio sufficiente per poggiare il pollice ma a causa delle dimensioni della fotocamera, non per il mignolo.

Le due ghiere superiori sono entrambe realizzate in metallo con profilo zigrinato, una di esse è il selettore delle modalità. Poiché esiste una sola ghiera di comando effettiva, in modalità manuale è necessario premere il pulsante +/- (compensazione dell’esposizione) per passare dalla velocità dell’otturatore/diaframma alla compensazione dell’esposizione.

EOS M50 Mark II, la piccola e potente mirrorless per i social

Sul retro della fotocamera i pulsanti sono di buone dimensioni, ad eccezione di quello Wi-Fi sul lato destro, che è piuttosto piccolo, probabilmente per evitare che venga premuto accidentalmente. Anche il controller a 4 vie con il pulsante centrale Q/Set è di piccole dimensioni e, se si hanno le mani grandi, potrebbe volerci un po’ di tempo per abituarsi. La disposizione dei controlli consente comunque di raggiungere facilmente tutti i pulsanti tenendo la fotocamera con una mano.

L’LCD da 3 pollici, con rapporto d’aspetto 3:2, è orientabile con articolazione “vari-angle”, ovvero può essere aperto e chiuso da 0 a 180 gradi e ruotato da -90 a +180 gradi. La qualità dello schermo è buona, con luminosità e contrasto elevati, riproduzione realistica dei colori e buoni angoli di visione.

EOS M50 Mark II, la piccola e potente mirrorless per i social

Il touch-screen può essere utilizzato per spostare la posizione della messa a fuoco, mediante “Tocca e trascina AF”, mentre si guarda attraverso il mirino elettronico (EVF). Sono disponibili 143/99 punti AF (a seconda dell’obiettivo utilizzato) ed è possibile impostare il punto AF quasi ovunque sullo schermo, ad eccezione dei bordi estremi. La messa a fuoco funziona bene, con la lampada di assistenza alla messa a fuoco che aiuta in condizioni di scarsa illuminazione.

Il mirino elettronico (EVF) da 0,39″ ha un’alta risoluzione (2,36 milioni di punti), sebbene sia più piccolo rispetto a quello delle fotocamere mirrorless più costose. La fotocamera passa automaticamente dallo schermo all’EVF quando si avvicina l’occhio al mirino. Il rivestimento in gomma è comodo anche se si indossano gli occhiali, e c’è una correzione diottrica regolabile.

EOS M50 Mark II, la piccola e potente mirrorless per i social

L’attacco per treppiede in metallo si trova sulla base e si allinea con il centro dell’obiettivo. Di fianco lo sportellino, al di sotto del quale sono presenti lo slot per la scheda di memoria e il vano batteria.

EOS M50 Mark II, la piccola e potente mirrorless per i social

La EOS M50 Mark II integra un sensore CMOS APS-C da 24,1 MP con processore di immagini DIGIC 8. Consente uno scatto continuo a 10 fps (AF singolo) o a 7,4 fps (C-AF).

EOS M50 Mark II, la piccola e potente mirrorless per i social

È compatibile con una serie di obiettivi Canon, EF-M ed EF, con apposito adattatore, che garantiscono massima libertà creativa, che si tratti di realizzare un’inquadratura “guardando in camera” o un vlog in movimento. Tra gli obiettivi compatibili uno zoom ultragrandangolare, ideale per il vlogging, e un obiettivo con una profondità di campo ridotta, per realizzare selfie perfetti.

EOS M50 Mark II, la piccola e potente mirrorless per i social

Sono presenti microfono integrato e un ingresso microfono da 3,5 mm.

La mirrorless di Canon è dotata di interfaccia utente guidata, che ne semplifica l’utilizzo anche per i principianti. È inoltre possibile utilizzare il touch-screen per modificare le impostazioni e by-passare il menu standard.

La fotocamera offre numerose modalità di ripresa: P, A (Av, priorità diaframma), T (priorità otturatore Tv), M, Auto, Ibrida, Scena, Creativa e Video. Le modalità di scena disponibili includono: Autoritratto, Ritratto, Pelle liscia, Paesaggio, Sport, Primo piano, Cibo, Panoramica, Scatto notturno manuale, Controllo della retroilluminazione HDR e Modalità silenziosa. Sono disponibili numerosi effetti creativi, tra cui B/N granuloso, Messa a fuoco morbida, Effetto fish-eye, Effetto acquarello, Effetto fotocamera giocattolo, Effetto miniatura, e vari tipi di HDR.

Per quanto riguarda gli scatti a disposizione il formato RAW più recente: CR3 (14 bit) che produce un file da 28,9 MB. Presente anche il C-RAW (RAW compresso), che fornisce un file rda 16 MB. Per elaborare questi files è possibile utilizzare il software fornito da Canon o Adobe Photoshop, se si dispone di una versione aggiornata.

Il video viene registrato a una risoluzione 4K (UHD) di 3840×2160 a 25 fps e consente di estrapolare immagini fisse dal video. La fotocamera offre anche registrazioni video ad alta velocità, a 100 fps e una risoluzione di 1280×720 (720p). La modalità video time-lapse può registrare in FullHD o 4K.

La configurazione di una connessione Wi-Fi con uno smartphone o un tablet è relativamente facile. L’app Canon Camera Connect guida attraverso il processo rendendolo il più semplice possibile. Una volta stabilita, si possono trasferire le immagini e controllare a distanza la fotocamera. Il Bluetooth consente il trasferimento di immagini a bassa velocità, senza scaricare la batteria quanto il Wi-Fi.

A proposito della batteria, in base ai risultati dei test Canon/CIPA, la sua durata è stimata in 305 scatti, estendibile attivando la modalità ECO. È consigliabile acquistare una seconda batteria da portare al seguito.

Grazie al software gratuito EOS Webcam Utility collegandola via USB a un computer è utilizzabile come webcam ed è così possibile trasmettere in streaming su Twitch o effettuare videochiamate con amici e parenti.

EOS M50 Mark II, la piccola e potente mirrorless per i social

Esaminando gli scatti realizzati con la EOS M50 Mark II, si osserva che la riproduzione dei colori è fedele e con una buona saturazione. I toni della pelle sono buoni e i dettagli catturati dall’obiettivo del kit (EF-M 15-45 IS STM) sono impressionanti. Il flash integrato funziona bene, senza segni di occhi rossi visibili. La gamma dinamica catturata è più che buona. La risposta dell’otturatore e la velocità di messa a fuoco sono notevoli, soprattutto in condizioni di buona illuminazione.

Da segnalare che i filtri digitali possono essere utilizzati solo quando si memorizza solo in formato JPEG e non quando si memorizza JPEG + RAW.

Il rilevamento di volti e occhi funziona bene ed è particolarmente utile per i ritratti e le foto di persone, ed è ora disponibile anche in modalità video, a condizione di abilitarlo correttamente nei menu.

La sensibilità può essere estesa fino a ISO51200. Per ottenere un rumore basso e il miglior dettaglio possibile, è preferibile però muoversi nel range da ISO100 a ISO3200. Per situazioni di scarsa illuminazione, da ISO6400 a ISO12800 fornisce ancora buoni risultati, sebbene il rumore aumenti e i dettagli si riducano. A ISO25600 i livelli di rumore diventano forti e si consiglia di evitare questa impostazione se possibile, sebbene i risultati possano comunque essere utilizzati se ridimensionati sul web. È meglio evitare ISO51200 poiché il rumore è estremamente alto e il dettaglio è molto basso.

La EOS M50 Mark è attualmente disponibile su Amazon a 619 euro per il solo corpo macchina e a 716 euro in kit con ottica EF-M 15-45 IS STM.

Gennaro Annunziata

CRONACA