Juve Stabia-Palermo, aria di derby per tre gialloblù

Michele Imparato,  

Juve Stabia-Palermo, aria di derby per tre gialloblù
Foto Antonio Gargiulo

Juve Stabia-Palermo. Una partita particolare per tre calciatori della squadra allenata da Padalino. Tre giocatori che hanno origini siciliane come Mulè, Rizzo e Lia.
Erasmo Mulè è nato in quel di Alcamo e ha avuto un passato poco fortunato tra le file del Palermo. Il difensore, il cui cartellino è di proprietà della Juventus, ha fatto parte degli Allievi Nazionali del Palermo. Una esperienza che fa parte della classica gavetta per poi iniziare il percorso da professionista. Le prestazioni offerte in maglia granata non sono di certo passate inosservate tant’è che il Palermo provò a riacquistarlo. Mulè, però, aveva scelto la Sampdoria, senza giocare nemmeno un minuto prima di passare alla Juventus.
Dopo un anno in bianconero e aver conquistato con la maglia dell’Under 23 il suo primo trofeo, vincendo la Coppa Italia di Serie C, la Juventus ha deciso di mandarlo in prestito alla Juve Stabia.
Erasmo Mulè non ha giocato molto nel girone di andata perchè nel suo ruolo era chiuso da Allievi, Troest e Codromaz. In più non l’ha aiutato il modulo di Padalino che ha giocato con la difesa a 4. Dopo il mercato di gennaio e le cessioni di Allievi al Como e Codromaz al Ravenna si sono spalancate le porte da titolare per Mulè complice anche il passaggio alla difesa a tre. Oggi Mulè è uno dei pilastri della retroguardia stabiese con un rendimento sempre positivo.
Un altro calciatore dal dna siculo è Alberto Rizzo nato a Erice, altro luogo incantevole della Sicilia. Il pendolino della fascia sinistra proprio come Mulè ha avuto un passato nel Trapani ma non nel Palermo che si appresta a affrontare mercoledì al Menti. L’ex Cittadella nella partita del Barbera, finita con la vittoria per 4-2 della Juve Stabia, era stato uno dei migliori in campo e anche lui come Mulè è un punto fermo della squadra di Padalino.
Infine c’è Damiano Lia, terzino destro nato a Lentini che dei due è stato quello più sfortunato perchè ha dovuto fare i conti con diversi problemi fisici. Lia era stato acquistato dalla Juve Stabia e dall’ex ds Ciro Polito dopo la promozione in B dopo un buon campionato nella Cavese. Il terzini era rimasto a Castellammare fino a gennaio del 2020 per poi essere ceduto al Leonzio in prestito e in estate ha fatto ritorno alla Juve Stabia. Lia si è dovuto fermare già a fine ritiro per un infortunio rientrando a metà novembre. Poi ancora un lungo periodo di stop a gennaio e febbraio e solo nell’ultimo mese Damiano Lia sembra aver messo alle spallei guai fisici candidandosi a essere uno dei protagonisti nei playoff.

CRONACA