Omaggio a Falcone sulla strada-killer

metropolisweb,  

Omaggio a Falcone sulla strada-killer
La rotonda intitolata a Falcone

Ercolano

Sarà intitolata al magistrato ucciso da Cosa Nostra la rotonda tra via Benedetto Cozzolino e via Cupa Monti Messaggio di legalità in una zona sfregiata da abusi edilizi, sversamenti illeciti di rifiuti e follicorse in auto

Alberto Dortucci

Ercolano. Un omaggio al simbolo della lotta alle mafie lungo una strada «sfregiata» da abusi edilizi e sversamenti illeciti di rifiuti. È il messaggio lanciato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Buonajuto, pronta a intitolare alla memoria di Giovanni Falcone l’attuale rotonda all’incrocio tra via Benedetto Cozzolino e via Cupa Monti. Un incrocio maledetto, in passato teatro di tragici incidenti stradali, capaci di convincere la Città Metropolitana – al termine di uno stucchevole «balletto istituzionale » con il Comune di Ercolano – a mettere in campo, a partire dalla rotatoria, una serie di iniziative per garantire maggiore sicurezza sulla strada della morte. E proprio la rotonda della «rinascita» sarà dedicata al magistrato ucciso da Cosa Nostra il 23 maggio del 1992. A distanza di 29 anni – alla vigilia dell’anniversario della strage di Capaci in cui persero la vita il magistrato, la moglie e gli uomini della scorta – il leader locale di Italia Viva ha annunciato la decisione dell’ente di corso Resina. Un omaggio dall’alto valore simbolico, legato proprio alla scelta della location da dedicare a Giovanni Falcone: la rotonda all’incrocio tra via Benedetto Cozzolino e via Cupa Monti si trova in una zona particolarmente «difficile» non solo per le folli corse in auto. Proprio in queste settimane la discussione politica all’ombra del Vesuvio si è concentrata sul nuovo sbarco di rifiuti – stavolta, disciplinato «regolarmente » dal Comune – a cavallo del quartiere San Vito: «Sono passati 29 anni da quel tragico 23 maggio 1992, giorno in cui persero la vita Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta Rocco Dicillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani – le parole del sindaco Ciro Buonajuto – Questo è uno di quei giorni in cui l’Italia si ferma per riflettere e per porgere il proprio ringraziamento a degli uomini straordinari che ci hanno insegnato cosa significa amare la propria terra. Quello che è accaduto a Capaci ha segnato per sempre la nostra storia. Intitolando la rotonda a Giovanni Falcone ricordiamo uno straordinario servitore della Patria. Ma oggi il mio pensiero va anche alla nostra Ercolano, a quei cittadini che hanno denunciato le estorsioni, agli imprenditori che hanno detto no alle infiltrazioni della criminalità organizzata. Perché come diceva Giovanni Falcone il coraggio non è avere o non aver paura. Il coraggio è riuscire a non farsi condizionare dalla paura ». In occasione dell’anniversario della strage, oggi alle 11 il sindaco Buonajuto – insieme ai vertici locali dell’associazione anti-racket – deporrà una corona d’alloro nella rotonda che sarà dedicata alla memoria del giudice Falcone. Un primo passo per provare a portare la legalità anche in una zona spesso dimenticata dalle istituzioni locali e non solo.

©riproduzione riservata

LA SOLUZIONE PER FERMARE LA SCIA DI SANGUE La rotonda all’incrocio tra via Benedetto Cozzolino e via Cupa Monti è stata realizzata dalla Città Metropolitana per fermare la scia di incidenti stradali in zona

CRONACA