Bilancio e nuovo piano sociale, il mese della verità per il sindaco di Ercolano

Daniele Gentile,  

Bilancio e nuovo piano sociale, il mese della verità per il sindaco di Ercolano
Il Comune di Ercolano

Ercolano. Giugno sarà il mese della verità per l’amministrazione comunale targata Ciro Buonajuto. Perché il prossimo consiglio comunale della città degli Scavi ha due obiettivi importanti, al culmine di un anno turbolento sotto il profilo dei conti: approvare il bilancio consuntivo e il nuovo piano sociale di zona.

Due temi delicati perché, per quanto riguarda il bilancio, l’amministrazione comunale è chiamata a dare il via libera alla spesa pianificata per i prossimi anni, tenendo a mente il vincolo di spalmare l’ammanco di circa 20 milioni di euro in meno delle casse dell’ente.

Nel secondo caso, ovvero l’approvazione del nuovo piano sociale di zona, su cui lavora l’assessore Carmela Saulino, ci saranno altrettante tematiche difficili da affrontare. In primis si cercherà di reperire i fondi – tra quelli che giacciono in Comune e quelli che dovrà stanziare la Regione Campania – per potenziare i servizi sociali a Ercolano. Ovvero, dopo un passato fallimentare sotto questo punto di vista, l’assistenza sarà stravolta a partire da quest’anno: più servizi per i bambini provenienti da famiglie in stato di disagio sociale, per gli anziani, per i diversamente abili, per contrastare la dispersione scolastica.

Insomma, un vero e proprio cambio di passo grazie a un lavoro sinergico tra amministrazione comunale e Regione, chiamata a stanziare 600mila euro per potenziare l’indotto sociale della città. Si parte dai camp estivi per i bambini delle famiglie in difficoltà economica fino a raggiungere i livelli di assistenza per la famiglie che hanno patito la crisi economica, come ad esempio l’erogazione degli assegni familiari su cui lavora il Comune da diversi mesi.

@riproduzione riservata

CRONACA