L’ex Murolo: «Baldini è il top per la Juve Stabia»

Michele Imparato,  

L’ex Murolo: «Baldini è il top per la Juve Stabia»

Il nome di Silvio Baldini ha subito regalato una scarica elettrica positiva ai tifosi della Juve Stabia.
L’allenatore toscano in questo momento è il candidato più serio a raccogliere l’eredità in panchina di Padalino dopo la sua esperienza alla Carrarese durata quattro anni. Sullo sfondo resiste Boscaglia, alternativa seria nel caso Langella non dovesse chiudere con Baldini.
Chi conosce benissimo Silvio Baldini è Michele Murolo, ex difensore della Juve Stabia in serie B dal 2012 al 2014.
«Di mister Baldini posso solo parlare bene – inizia Murolo – Con lui ho un rapporto eccezionale perchè è un sanguigno come me. Ho sentito che potrebbe esserci la possibilità che venga ad allenare la Juve Stabia e sarei felice perchè in quel caso la società prenderebbe uno dei migliori in circolazione. Ci siamo sentiti e lui mi ha chiesto informazioni su Castellammare e la società – svela Murolo – Gli ho parlato bene della società e della tifoseria e non poteva essere diversamente. Qui mi sono trovato benissimo e ho tanti amici».
Michele Murolo poi entra nel merito dell’uomo Baldini e aggiunge: «Lui è uno che insegna calcio. Qui a Carrara lo chiamano il maestro. Lui è un martello che pretende sempre una squadra a mille all’ora. Vi racconto un aneddoto. A Carrara il mister arrivava sempre alle 6,30 allo stadio e preparava la colazione per tutti. Questo per far capire il lato umano di Silvio Baldini.
Durante gli allenamenti vuole sempre giocatori concentrati che devono dare tutto in quell’ora e mezza. Il mister gioca sempre per vincere su tutti i campi con il 4-2-3-1 e la difesa bella alta. Allo stesso tempo è anche esigente. Se non lotti e non sudi con lui non giochi puoi chiamarti Murolo o Maccarone. Io l’ho avuto per quattro anni e lo conosco bene. Una persona umana che ha sempre la porta aperta per tutti. Calcisticamente la storia parla per lui perchè è partito dalla Prima Categoria arrivando in serie A.
Qualche anno fa era rimasto lontano per una sua scelta perchè mister Baldini si basa sui valori. Basta pensare che a Carrara lui non ha mai percepito l’ingaggio ma è stato capace di portare il fascino e l’amore per il calcio dopo svariati anni. Lui è uno che vive per il calcio e per lui qualsiasi giorno non va assolutamente sprecato.
Non per questo giocatori come Maccarone e Tavano, pur essendo in là con gli anni, hanno segnato tantissimo ogni anno. Poi è uno innamorato del Sud. Ha lavorato in piazze come Palermo e Catania e Castellammare non è da meno. Baldini potrebbe trovarsi bene a Castellammare – conclude Michele Murolo – perchè i tifosi è vero che vogliono vincere ma vogliono vedere calciatori che sudano la maglia».

CRONACA