Tira aria di bufera sulle assunzioni nella ditta rifiuti di Boscoreale, ombre sulle selezioni

Pasquale Malvone,  

Tira aria di bufera sulle assunzioni nella ditta rifiuti di Boscoreale, ombre sulle selezioni

Le selezioni per l’assunzione a tempo determinato di dieci operatori ecologici in Ambiente Reale non sono ancora state avviate. Eppure, da qualche giorno sui siti specializzati nelle offerte di lavoro è apparso un avviso, a firma di un’agenzia interinale che avrebbe già iniziato a raccogliere le candidature. Più che un giallo, si starebbe profilando l’ipotesi di una truffa ai danni dei consumatori e di un danno di immagine nei confronti del comune di Boscoreale e della sua municipalizzata. Questa agenzia, la Smart Job con sede legale a Caserta, non ha ricevuto incarichi ufficiali, né mandati esplorativi dall’amministratore unico Nunzio Ariano. Il numero della società in house, appresa la notizia, ha fatto sapere che la vicenda, assurda e inquietante allo stesso tempo, sarà oggetto di attente valutazioni da parte degli avvocati. In poche parole, scatteranno denunce a destra e a manca per fare luce su quanto accaduto e stabilire le eventuali responsabilità. Le ultime ore sono state a dir poco scoppiettanti, tant’è che ci è voluta una nota del sindaco Diplomatico per rasserenare gli animi anche tra una parte dei consiglieri di maggioranza e assessori, preoccupati per la mancata pubblicizzazione dell’avviso. «L’azienda speciale Ambiente Reale ha indetto un bando di gara ristretto per l’affidamento di incarico ad agenzia lavoro a somministrazione per la selezione e assunzione di 10 operatori ecologici a tempo determinato, con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Ad ulteriore garanzia di trasparenza e legalità – ci ha tenuto a precisare il primo cittadino, si è scelto di espletare la procedura di gara tramite Rdo (Richiesta di Offerta) sul MePa (Mercato elettronico della pubblica amministrazione)». Una volta che ne sarà stata verificata la correttezza, si potrà procedere all’apertura delle buste e all’affidamento del servizio di somministrazione ad una delle agenzie partecipanti. «Solo dopo saranno aperte ufficialmente le candidature per la selezione degli operatori ecologici, di cui sarà data tempestiva diffusione e massima pubblicità». Poi la stoccata a chi ha alimentato false speranze. «Altre notizie diffuse nelle ultime ore anche a mezzo social, sono del tutto prive di fondamento oltre che tendenziose, ingenerando false attese e speranze in una parte della popolazione più indigente. Posso assicurare che i responsabili saranno individuati e ne risponderanno davanti alla legge». Al momento sarebbero due le agenzie che avrebbero partecipato, ma non è dato sapere se tra queste ci sia anche quella incriminata. La procedura va avanti spedita e potrebbe riservare anche dei colpi di scena di natura giudiziaria.

CRONACA