Ercolano, inclusione e cultura al Mav: visita guidata per 25 ragazzi e ragazze

Daniele Gentile,  

Ercolano, inclusione e cultura al Mav: visita guidata per 25 ragazzi e ragazze
L'assessore Carmela Saulino con il vicesindaco Luigi Luciani

Ercolano. Una giornata «insieme» per favorire l’inclusione. È l’iniziativa promossa al Museo Archeologico Virtuale di Ercolano dall’assessore alle politiche sociali Carmela Saulino – in collaborazione con il vicesindaco Luigi Luciani e le associazioni «Amici di Puck» e «Autismo e Aba» – finalizzata all’avvicinamento di ragazzi e ragazze affette da autismo alle bellezze del territorio: una giornata all’insegna del confronto e dell’aggregazione che – come garantito l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Buonajuto – vuole essere un segnale chiaro: «Nessuno sarà lasciato indietro», il messaggio dell’ente di corso Resina.

Così al Mav circa 25 ragazzi e ragazze hanno potuto visitare il fiore all’occhiello della cultura all’ombra del Vesuvio e hanno potuto trascorrere qualche ora tra sorrisi e allegria. «Questo primo evento vuole essere solo un trampolino di lancio verso una serie di iniziative mirate a mostrare i luoghi storici e culturali della città a questi straordinari ragazzi e alle loro famiglie – le parole dell’assessore Carmela Saulino -. Con le associazioni e le realtà territoriali da anni impegnate nell’inclusione attiva abbiamo intenzione di realizzare altre giornate di socialità, come visite guidate agli Scavi e al Vesuvio».

Emozione tra i ragazzi affetti da autismo e le loro famiglie che hanno visitato il Mav per la prima volta. «Siamo contenti di questa giornata – hanno spiegato le responsabili della associazioni – e ringraziamo l’amministrazione comunale per la disponibilità e per l’organizzazione. Giornate come queste sono davvero importanti per i ragazzi, ma anche per le famiglie che in questo modo riescono a trovare un punto di incontro e svago. E’ stato un banco di prova che ha superato il test a pieni voti e siamo pronti per un’altra giornata all’insegna della cultura, del divertimento e dell’aggregazione».

Insomma, un successo per la prima visita guidata rivolta ai giovani affetti da autismo che sarà, appunto, solo un primo appuntamento perché come ha ribadito il vicesindaco Luigi Luciani: «Vogliamo organizzare un’altra giornata al Vesuvio, tra gli splendidi sentieri del Parco Nazionale. Sarà un’altra occasione per mostrare a questi giovani la bellezza della nostra città».

@riproduzione riservata

CRONACA