Castellammare, una short list di espertiper verificare gli appalti

Vincenzo Lamberti,  

Castellammare, una short list di espertiper verificare gli appalti

Quarantaquattro esperti chiamati a verificare le offerte anomale a seguito della riapertura dei termini di presentazione delle istanze. L’elenco di professionisti inseriti in una short list voluta dal Comune di Castellammare, è stato approvato dal dirigente comunale. Si tratta di un contributo prezioso che gli esperti della Commissione Giudicatrice per l’eventuale supporto al RUP per la verifica delle offerte anomale a seguito di riapertura dei termini di presentazione delle istanze potranno offrire da qui a poco tempo. Un’attenzione, quella dell’amministrazione comunale per tutta la tematica legata agli appalti che, con l’arrivo della commissione d’accesso al Comune, è diventata ancora più forte. “Il comune di Castellammare di Stabia ha necessità di dover procedere all’attuazione degliinterventi ricompresi nella programmazione dell’ente” si legge nella determina.

Spiegando che si tratta di una short list necessaria “per l’attuazione degli interventi ricompresi nella programmazione dell’ente è necessario provvedere, da parte della stazione appaltante, all’affidamento di appalti lavori, servizi e forniture” spiega il funzionario comunale. La necessità di provvedere a stilare un elenco di professionisti esterni deriva dal fatto che, secondo l’ente, queste professionalità non sono presenti all’interno della macchina comunale. “Bisogna procedere alla individuazione dei componenti della Commissione giudicatrice e per l’eventuale supporto al RUP per la verifica delle offerte anomale reperendoli al di fuori della propria pianta organica non essendoci nella stessa personale disponibile a svolgere tale compito” si legge nell’atto dirigenziale.

Un elenco, che, dunque, è stato approvato e che consentirà al Comune guidato da Gaetano Cimmino di poter contare sulla preziosa collaborazione di esperti che possano aiutare l’amministrazione comunale nell’affidamento degli appalti. Il compito degli esperti, dunque, “sarà quello di verificare le offerte anomale per l’affidamento di appalti lavori, servizi e forniture relativi ad interventi ricompresi nella programmazione dell’ente, da aggiudicarsi con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa”.Nelle ultime settimane, dunque, anche a causa della presenza degli 007 degli ispettori della Prefettura che stanno vagliando e spulciando tutti gli atti dell’amministrazione comunale guidata da Cimmino, più forte si è fatta l’attenzione anche da parte degli stessi amministratori che intendono continuare sulla strada della trasparenza e della difesa delle autonomie locali. Giorni delicati per la giunta del sindaco forzista che ha in agenda una serie di interventi e di opere da dover portare a compimento. Sin dal momento in cui la commissione si è insediata, infatti, il primo cittadino ha affermato che non si sarebbe stoppata l’attività amministrativa. Anche se, in verità, l’opposizione chiede con forza che venga convocato il consiglio comunale chiamato a discutere atti essenziali per il futuro della città.

CRONACA