Il museo Correale di Sorrento alla Bmt di Napoli

Redazione,  

Il museo Correale di Sorrento alla Bmt di Napoli

«Eliminare tutti gli ostacoli burocratici che bloccano il settore culturale, tutte le imprese e gli Enti morali in particolare, come il D.U.R.C.» Questa la provocazione del Direttore del Museo Correale Paolo Jorio durante la BMT – Borsa del Mediterraneo del Turismo di Napoli, prima fiera nazionale in presenza del 2021.  «Il paradosso che blocca il sistema, come il D.U.R.C., è che le Amministrazioni Pubbliche sono impossibilitate ad elargire i contributi a quelle imprese, come i Musei, che non risultano in regola con INPS e INAIL. Spesso però quei contributi pubblici, specie in un periodo storico così delicato come quello post-Covid che ha impattato negativamente sul settore culturale e sui musei, servono proprio a regolarizzare quei pagamenti. La proposta è che quei contributi pubblici approvati dalle Amministrazioni non vengano bloccati, ma vengano usati dagli Enti Pubblici stessi per tutti i pagamenti dovuti e, solo dopo, destinati per l’eventuale residuo alle imprese richiedenti. In questo modo si snellirebbe il sistema e si consentirebbe una ripresa più veloce delle imprese e del settore cultura». Jorio inoltre ha presentato il Museo Correale di Sorrento durante l’evento “Gli incentivi di Invitalia a sostegno dell’industria turistica e culturale ed il ruolo degli attrattori quali hub per lo sviluppo” organizzato da Netcoa, associazione di categoria per la creazione e lo sviluppo di impresa che rappresenta le pmi e le startup innovative, con il partner Invitalia ed in co branding con la BMT. Sulla stessa linea di Jorio anche il Presidente del Museo Correale Gaetano Mauro che aggiunge: «L’industria turistica e culturale necessita di fare rete e sistema intorno alle ricchezze territoriali in un’ottica d’insieme con il fine di trasportare l’idea di impresa singola in un’idea di prodotto globale. Questo stiamo facendo al Museo Correale insieme a Paolo Jorio, abbinando le sue esperienze nel campo della direzione museale e della comunicazione, insieme a quelle imprenditoriali e turistiche».

CRONACA