Turris, corsa contro il tempo per l’iscrizione

metropolisweb,  

Turris, corsa contro  il tempo per l’iscrizione

Dopo l’accordo per la proroga della convenzione stadio tra Comune e Turris (diventata di fatto affidataria dell’impianto) per la stagione 2021/22 sembrava essere terminata la questione relativa ai certificati ed alle omologazioni obbligatorie per poter iscrivere la squadra al prossimo campionato. Ad oggi è stata sottoscritta e rilasciata solo la dichiarazione di disponibilità del Liguori mentre mancano all’appello i famosi articoli 68 e 80 del “Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza”.
Senza queste due licenze i corallini non potranno procedere all’iscrizione. Nello specifico, l’articolo 80 dispone che: “L’autorità di pubblica sicurezza non può concedere la licenza per l’apertura di un teatro o di un luogo di pubblico spettacolo, prima di aver fatto verificare da una commissione tecnica la solidità e la sicurezza dell’edificio e l’esistenza di uscite pienamente adatte a sgombrarlo prontamente nel caso di incendio”. Nella giornata di ieri era prevista la convocazione della Commissione di Vigilanza pubblico spettacolo (saltata già la settimana scorsa per l’assenza di un componente). Lo stesso scenario si è ripetuto nuovamente facendo slittare tutto a sabato mattina.

Lo sconcerto
L’ennesimo rinvio ha infastidito molto Colantonio e tutta la dirigenza. Ricordiamo che lunedì 21 giugno è l’ultimo giorno utile per produrre tutti i documenti alla Lega Pro e, guardando i tempi della Commissione, si corre il serio rischio di inviare all’ultimo secondo tutto l’incartamento o addirittura, in caso di impedimento del dirigente comunale responsabile o del sindaco Palomba, si andrebbe incontro alla mancata iscrizione.
Dalla Turris filtra preoccupazione ed ansia per l’evolversi di una situazione che assume dei contorni grotteschi in quanto si tratta di procedimenti di routine. Anziché attendere la giornata di lunedì, rischiando davvero l’imponderabile, la dirigenza si sarebbe aspettata di avere tutto con un giorno d’anticipo in modo da poter controllare nel minimo dettaglio tutto.

Countdown
E’ ufficialmente partito già da ieri. Da Palazzo Baronale, già da una settimana, sono arrivate tutte le rassicurazioni a Colantonio per quanto riguarda il rispetto dei tempi sulla consegna di tutti i certificati e le omologazioni obbligatorie. “Entro lunedì la Turris avrà tutti i documenti” assicurano dagli uffici comunali dove nessuno si sognerebbe mai di far estromettere la Turris dal prossimo torneo per delle pratiche di ordinaria amministrazione. A queste parole devono però seguire i fatti. Ad oggi la pratica iscrizione è incompleta. Va dato atto all’attuale amministrazione di aver investito tanto per il restyling Liguori dopo anni di immobilismo.
Al contempo però va sottolineato come la politica dell’ultimo minuto e delle rincorse disperate non è sinonimo di una buona programmazione.
Bruno Galvan

CRONACA