Folla e risse nelle piazze della movida. In arrivo 2300 agenti per estate

Redazione,  

Folla e risse nelle piazze della movida. In arrivo 2300 agenti per estate

Risse, aggressioni, movida violenta, mascherine abbassate e controlli blandi: la fine del coprifuoco e il ritorno in zona bianca è stato segnato da disordini e tafferugli che hanno messo a dura prova le forze dell’ordine in molte piazze d’Italia. Il sottosegretario all’Interno Nicola Molteni annuncia l’arrivo, dal 19 luglio al 5 settembre, complessivamente di altre 2300 unità di personale della Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza che andranno ad affiancare gli agenti in organico ordinario per il controllo del territorio. Nel Fiorentino, poi, duecento persone, invitate a un matrimonio e a due battesimi che si stavano svolgendo in tre sale separate in un ristorante, sono state multate dai carabinieri. Sanzionato anche il ristoratore per inosservanza delle normative anti Covid, mentre per il locale è stata disposta la chiusura di cinque giorni. La movida è stata particolarmente agitata a Caserta, dove due giovani di 16 e 24 anni, già noti alle forze dell’ordine, si sono resi protagonisti di una nottata all’insegna della violenza, con risse e aggressioni a coetanei e al gestore di un locale del centro storico, che ha riportato una ferita per cui sono stati necessari 20 punti di sutura.

Il 24enne è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, perché stava per lanciare una transenna verso poliziotti e carabinieri, mentre il minorenne è stato denunciato per lesioni e danneggiamento. Polizia di Stato e Carabinieri hanno fatto fatica a contenere la situazione, anche perchè avevano pochi mezzi in strada: una volante della Questura e una pattuglia dell’Arma. “Ci appelliamo alle autorità – dice il presidente di Confcommercio Caserta Lucio Sindaco – Occorre intervenire seriamente e in tempi brevi prima che ci scappi il morto” Il presidente di Confcommercio Caserta fa poi un appello anche al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella “auspichiamo una visita del Capo dello Stato a Caserta, la sua presenza potrebbe infatti rappresentare un segnale di ripartenza per tutti”. Un’aggressione c’è stata ieri sera anche a San Giorgio la Molara (Benevento), dove un 19enne in compagnia di una sua amica, è stato picchiato con pugni, calci e schiaffi da un gruppo di coetanei. “Tolleranza zero”, dice il sindaco Clemente Mastella. Trentadue persone sono state sanzionate a Napoli dai carabinieri nell’ambito dei controlli anticovid per violazione del coprifuoco; i militari hanno anche sciolto assembramenti nelle aree della movida e nel centro storico.

A Voghera (Pavia) un residente esasperato per gli schiamazzi ha cercato di farsi giustizia da solo gettando una secchiata di acqua e candeggina in strada investendo una ragazza di 20 anni. E’ finita al pronto soccorso ma non ha riportato lesioni gravi. A Milano sei ventenni che nelle prime ore del mattino si ‘sfidavano’ a calci, pugni e bottigliate, sono stati arrestati dalla polizia. Sempre a Milano sono stati denunciati per interruzione di pubblico servizio e resistenza a pubblico ufficiale quattro ragazzi che intorno all”una della notte scorsa hanno impedito la ripartenza di un treno della linea 2 della metropolitana. Primo fine settimana in “zona bianca”, quello appena trascorso anche nella Capitale, dove sono stati intensificati in controlli nelle zone della movida. A Trastevere sono state identificate 220 persone e controllati 20 veicoli. A Campo de’ Fiori è scattato il numero chiuso: per la troppa folla: l’area è stata transennata sia in entrata che in uscita a partire dalle 19.45. I vigili hanno elevato 60 multe per la somministrazione e il consumo illegale di alcolici. Movida blindata a Palermo dove sono dovuti intervenire gli agenti di polizia chiamati dai residenti per far chiudere i locali e allontanare i clienti che avrebbero voluto trascorrere la serata tra i vicoli.

CRONACA