Speronati in moto, tragedia sfiorata a Terzigno: 17enne in fin di vita

Andrea Ripa,  

Speronati in moto, tragedia sfiorata a Terzigno: 17enne in fin di vita

Uno lotta tra la vita e la morte in ospedale per le ferite alle testa riportate a seguito del terribile incidente, l’amico che era con lui se la caverà ma le cicatrici di una notte di terrore lo accompagneranno per la vita. Quella macchia di sangue che su corso Alessandro Volta resiste al caldo afoso di un lunedì mattina infernale è quel che resta dell’ennesimo dramma che s’è consumato tra le strade di Terzigno. Due ragazzi che chiedono aiuto, le sirene dell’ambulanza che squarciano il silenzio di un quartiere della periferia. Mentre i carabinieri con fermezza provano a ricostruire la dinamica di un impatto spaventoso che tiene tre famiglie con il fiato sospeso: i genitori dei ragazzi coinvolti nell’incidente e quella del vigilante di un’azienda privata che ha travolto i due giovani sullo scooter. Sono da poco passate le undici di domenica quando un rumore sordo scuote corso Alessandro Volta, lo stradone di Terzigno che unisce la frazione di Boccia al Mauro al centro storico della città vesuviana. Una frenata, poi le urla e la disperazione. Sull’asfalto scorre un rivo di sangue, presagio di quanto grave sia la situazione. I due giovani in sella allo scooter sono stati travolti dall’auto guidata dalla guardia giurata di un istituto di vigilanza privato, in zona in quel momento per controllare le attività commerciali del territorio. L’uomo non s’accorge dello scooter guidato dai due ragazzi e all’incrocio, poco distante da un noto bar della zona di Boccia al Mauro, travolge i due giovanissimi. Ha la peggio un ragazzo di 17 anni. Lotta tra la vita e la morte in ospedale, a Napoli. Ha riportato ferite alla testa e i medici hanno provveduto a un intervento d’urgenza nel tentativo di ridurre gli ematomi. E’ tenuto sotto stretta osservazione dai medici che preferiscono non sbilanciarsi sulle condizioni di salute del giovane. Allargano le braccia quando i familiari chiedono se il ragazzo si salverà, saranno fondamentali le prossime ore. Mentre c’è chi prega per non ritrovarsi a piangere per l’ennesima tragedia della strada, su una strada maledetta che già in passato è stata teatro di numerose tragedie, i carabinieri del nucleo Radiomobile di Torre Annunziata – giunti per primi sul posto e a cui è affidata l’indagine – hanno avviato accertamenti per provare a ricostruire l’esatta dinamica dell’impatto. Anche ascoltando la versione dell’uomo alla guida della vettura che avrebbe centrato in pieno i due ragazzi. L’uomo avrebbe raccontato che i due giovanissimi gli avrebbero tagliato la strada. Ma la versione del vigilante è ancora al vaglio degli inquirenti, pronto anche ad acquisire le immagini della videosorveglianza comunale e delle attività commerciali per provare a carpire dettagli utili alla ricostruzione di un impatto spaventoso e che oggi tiene sospeso tra la vita e la morte un ragazzo di 17 anni. Che credeva di poter festeggiare il ritorno alla normalità e ora non sa se tornerà a casa.

CRONACA