Caso Salernitana, il Benevento punta al ripescaggio

metropolisweb,  

Caso Salernitana, il Benevento punta al ripescaggio

Prima la nomina di un advisor incaricato di stabilire il prezzo giusto. Poi la cessione della società entro sei mesi. A indicare le prossime mosse del trust, la soluzione presentata alla Figc dal patron di Lazio e Salernitana Claudio Lotito per risolvere il nodo della multiproprietà, è l’avvocato Gian Michele Gentile, il legale che ha seguito la vicenda per conto della società campana. “Il trust è diventato proprietario delle quote delle società di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma. A questo punto – spiega all’ANSA Gentile – nominerà un advisor per fare una perizia sul valore della Salernitana, poi la venderà a chi darà maggiori garanzie e maggiore affidabilità per l’acquisto. Tutto questo entro sei mesi”. Prima però dovrà arrivare il responso della Figc, che ha cominciato a valutare la documentazione inviata nella tarda serata di ieri, per appurare se sia rispondente ai parametri richiesti, in particolare che non ci sia alcun collegamento tra la vecchia proprietà e il trustee nominato. Diversi i punti da verificare, nomi compresi. La risposta ufficiale è attesa nei primi giorni della prossima settimana. Gentile ha spiegato che “la società ha ora un amministratore unico che è il generale Ugo Marchetti”. In bilico la conferma dell’attuale dell’attuale ds Angelo Fabiani. A seguire in maniera interessata la vicenda è il Benevento che beneficerebbe di una eventuale esclusione dei granata dalla A. I sanniti -pur augurando alla Salernitana di poter formalizzare l’ iscrizione al campionato in virtù dei risultati ottenuti sul campo – oggi hanno inviato una missiva al presidente della Figc Gabriele Gravina per sottolineare che, in caso di mancata iscrizione dei granata alla prossima serie A, spetterebbe a loro essere ripescati. Infine si mobilita pure la politica. Se il deputato salernitano del Pd Piero De Luca auspica il rispetto dei meriti sportivi, il sindaco di Benevento Clemente Mastella chiede che si facciano tutti i controlli necessari per appurare la conformità del trust alla legge.

CRONACA