Turris, preso l’under Longo dalla Fiorentina

metropolisweb,  

Turris, preso l’under Longo dalla Fiorentina

In attesa di ricevere segnali per il bomber titolare, in pole resta sempre Emanuele Santaniello anche se sondaggi sono stati fatti anche per Filippo D’Andrea e Abou Diop, la Turris ha praticamente definito l’arrivo del cosiddetto centravanti di scorta che andrà a completare il reparto offensivo. E’ stata infatti raggiunta un’intesa per Salvatore Longo, prodotto del settore giovanile della Fiorentina che nell’ultima stagione ha giocato con la maglia della Pergolettese. Con il club della città di Crema ha collezionato 24 presenze con 2 reti e 1 assist per un totale di 787 minuti giocati. Nato a Catania nel 2000, sarà quindi tesserato come ‘under’, Longo è stato scelto dell’area tecnica della Turris per la sua grande fisicità avendo dalla sua ben 191 centimetri d’altezza. Caneo ha dato l’avallo al suo acquisto: l’allenatore sardo vede il ventunenne come torre da utilizzare nelle gare in cui si affronteranno difese molto chiuse e bisognerà necessariamente alzare il pallone per provare a sbloccare la partita. Longo era già stato bloccato da settimane dalla Turris che però ha dovuto aspettare la naturale scadenza contrattuale dell’attaccante, ancora legato alla Fiorentina che lo aveva girato in prestito alla società lombarda, per poi fargli sottoscrivere un accordo per le prossime tre stagioni.
Con la maglia gigliata ha vissuto stagioni sicuramente importanti pur avendo davanti a sé un certo Dusan Vlahovic che adesso fa il fenomeno in massima serie a suon di gol ed assist.
Il gigante catanese, pur partendo dietro nelle gerarchie di quella formazione, riuscì comunque ad avere un impatto decisivo subentrando quasi sempre dalla panchina. Tra le avventure più esaltanti c’è il “Torneo di Viareggio” del 2018/19 che lo vide tra i protagonisti con 3 reti in 5 incontri disputati.
Il giovane Salvatore sa che anche qui a Torre del Greco non sarà titolare ma piuttosto una pedina da inserire in corso d’opera. Ha tanta voglia di mettersi in mostra ed esplodere come ha fatto uno dei suoi modelli in questa categoria come Lucca del Palermo. Guardando il fisico, la somiglianza c’è. I dirigenti torresi si augurano di avere anche gli stessi gol.
Bruno Galvan

CRONACA