Sorrento, sos di Confcommercio: «Shopping libero per i crocieristi»

Salvatore Dare,  

Sorrento, sos di Confcommercio: «Shopping libero per i crocieristi»

Consentire ai croceristi di poter tornare a fare acquisti liberamente, in tutti i negozi di Sorrento, invece di limitare lo shopping a pochissime attività “riconosciute” in cui, come prevede questa sorta di “protocollo-crociere”, il personale viene controllato preventivamente con test anti Covid. E’ la richiesta ufficiale di Confcommercio che rivolge un appello a tutte le compagnie di navigazione che fanno tappa anche a Sorrento. C’è una lettera, a firma del presidente dell’associazione di Sorrento, Vincenzo Ercolano, con cui si spera di poter sbloccare la situazione. Il documento si basa soprattutto su un aspetto cruciale di quest’estate 2021: da settimane, in tutt’Italia c’è la zona bianca, le restrizioni sono limitate, i contagi in città sono praticamente fermi a quota zero e la campagna vaccinale sta comunque proseguendo. Ecco perché, a detta degli esercenti, sarebbe auspicabile un cambio di strategia nei confronti dei croceristi che si fermano per qualche ora a Sorrento. Nella sua lettera, il presidente di Confcommercio si definisce «ancora una volta portavoce di una problematica sottopostaci da numerosi commercianti di Sorrento, nostri associati». E premette: «Siamo venuti a conoscenza, che perdura il divieto assoluto imposto dalle vostre compagnie ai croceristi di effettuare acquisti fuori dai vostri canali ufficiali. Tale decisione penalizza l’intero comparto commerciale già duramente provato dalla pandemia che ha colpito il nostro paese. Vi ricordiamo che tutti i negozi di Sorrento si sono adeguati fin da subito al protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid 19, consapevoli che la prosecuzione delle attività commerciali e produttive può avvenire solo in presenza di condizioni che assicurino adeguati livelli di protezione, pena la sospensione dell’attività». Dunque l’appello finale: «Vi chiediamo – scrive Ercolano alle compagnie – di rivedere la vostra posizione e di permettere ai vostri ospiti di acquistare in totale sicurezza in tutti i negozi di Sorrento senza distinzioni di sorta». Le attività commerciali associate a Confcommercio auspicano un vero e proprio cambio di rotta già a partire dalle prossime settimane.

CRONACA