Schiuma in mare a Vico Equense, l’Arpac indaga sullo scempio

Salvatore Dare,  

Schiuma in mare a Vico Equense, l’Arpac indaga sullo scempio

Chiazze bianche o tendenti al marroncino. Che di frequente, negli ultimi giorni, tornano a spuntare in particolare sottocosta. Il mare di Vico Equense, in alcuni tratti, torna a presentarsi tutt’altro che limpido offrendo immagini non proprio accattivanti, in particolare per i bagnanti. Ma l’Arpac, l’agenzia regionale per la protezione ambientale della Campania, placa gli animi incandescenti in particolare sui social network dove video e fotografie dell’acqua sporca fanno il pieno di condivisioni e like. Non è inquinamento, a detta degli esperti, anche perché le ultime analisi sui campioni prelevati di recente non hanno fornito evidenze che possano far pensare a problemi di natura ambientale. Anzi, come indica Lucio De Maio, responsabile del monitoraggio delle acque di balneazione dell’Arpac, «non ci sono valori o segnali di escherichia coli o enterococchi intestinali che rappresentano un alert per la qualità delle acque relativamente anche alle contaminazioni dovute all’acqua di fogna». Dunque, aldilà di tutto, la schiuma non è riconducibile a condizioni precarie del mare che possano far pensare addirittura – come invece sostengono in tanti sui social e nelle chat – alla necessità di suggerire un divieto di balneazione che dovrebbe emettere il Comune di Vico Equense. Sia chiaro: proprio in questi ultimi giorni, l’Arpac è al lavoro in penisola sorrentina per i nuovi prelievi. Una routine di carattere scientifico che a stretto giro dovrebbe fornire ulteriori indicazioni sullo stato delle acque in tutta la penisola sorrentina. A quel punto, con nuove analisi, si forniranno ulteriori informazioni circa lo stato del mare. Secondo l’Arpac, in pratica, la schiuma che appare di recente in mare è prodotta da microalghe. E’ sostanzialmente l’essudato. Dunque, nulla di inquinante né imputabile a possibili scarichi abusivi nella zona. In ogni caso, l’allerta rimane massima anche perché anche Vico Equense quest’anno può fregiarsi della Bandiera Blu. A proposito di mare: perdura da settimane una dura segnalazione del Partito democratico che, attraverso il segretario cittadino Tommaso de’ Gennaro, lamenta disservizi per l’accesso alle spiagge. Senza dimenticare la polemica degli arenili liberi: da ordinanza firmata dal sindaco Andrea Buonocore, si consente l’accesso esclusivamente ai residenti. Chi non è di Vico Equense è costretto a dover andare negli stabilimenti balneari, ovviamente a pagamento.

CRONACA