Vico Equense, svolta verso le elezioni: accordo tra Maurizio Cinque e M5S

Salvatore Dare,  

Vico Equense, svolta verso le elezioni: accordo tra Maurizio Cinque e M5S

L’accordo è cosa fatta. Il Movimento Cinque Stelle sosterrà la candidatura a sindaco di Maurizio Cinque alle elezioni Comunali di Vico Equense in programma subito dopo l’estate. L’intesa è stata raggiunta sul programma che l’ex consigliere comunale di opposizione presenterà nei prossimi giorni. I grillini, con la partecipazione ai confronti del consigliere regionale Luigi Cirillo e della parlamentare Carmen Di Lauro, hanno deciso di appoggiare Cinque e presenteranno una lista con tanto di simbolo. A breve, il Movimento Cinque Stelle indicherà i propri candidati alla carica di consigliere comunale. «Si tratta di una intesa importante che ci auguriamo possa ottenere la fiducia della città di Vico Equense – sottolinea il consigliere Cirillo – Con Cinque abbiamo condiviso tanti spunti programmatici e ci sono state numerose motivazioni che hanno spinto il Movimento a sposare il suo progetto politico. Siamo dell’avviso che sia indispensabile imprimere una svolta incisiva al modo di amministrare Vico Equense e con Cinque crediamo di poter raggiungere quest’obiettivo». Tra i temi al centro dell’alleanza tra il Movimento Cinque Stelle e Maurizio Cinque c’è indubbiamente il Faito. «Una risorsa assolutamente fondamentale a livello ambientale, turistico e non solo – sottolinea ancora il consigliere regionale Cirillo – La montagna è un tesoro da tutelare, difendere e valorizzare al meglio. Ovviamente con interventi incisivi e progetti sostenibili». A saldare l’accordo tra grillini e Cinque c’è anche un’altra certezza: la volontà di smarcarsi in ogni modo dall’attuale amministrazione comunale guidata dal sindaco Andrea Buonocore. Maurizio Cinque era già sostenuto da alcune liste civiche e adesso può contare anche sull’apporto del M5S. Bisognerà capire cosa farà ad esempio il Partito democratico cittadino. I dem, guidati dal segretario cittadino Tommaso de’ Gennaro, da tempo avevano sottolineato l’intenzione di far parte di un’ampia coalizione alternativa alla maggioranza uscente. Il progetto elettorale è sostenuto da +Europa e altre civiche. Chissà che non possa esserci l’avvio di un dialogo anche con Maurizio Cinque che spera di poter ribaltare l’esito del ballottaggio di cinque anni fa quando perse la fascia tricolore per appena 32 preferenze personali.

CRONACA