Andria-Juve Stabia. Stasera parte il campionato delle Vespe

Michele Imparato,  

Andria-Juve Stabia. Stasera parte il campionato delle Vespe

Stasera inizia il campionato della Juve Stabia. Le Vespe partono da Andria contro la squadra ripescata allenata da Panarelli e che in attacco presenta l’ex Bubas. L’argentino è stato l’uomo che ha deciso il match di coppa contro il Bari, al San Nicola. Non solo Bubas. La Fidelis Andria ha completato l’attacco con Di Piazza e Casoli, calciatori di prima fascia in Lega Pro.
Per quanto riguarda la Juve Stabia, Novellino ha ancora una squadra incompleta e stasera deve fare di necessità virtù e la formazione iniziale difficilmente sarà diversa da quella che sabato scorso ha giocato contro l’Acr Messina. In settimana sono arrivati i giovani Squizzato e Lipari ma è difficile prevedere subito un impiego dall’inizio.
«Gli esordi sono tutti particolari – ha dichiarato Walter Novellino – La Juve Stabia sta bene e ha una squadra con tanti giovani che hanno voglia di fare bene. Chiaramente dal punto di vista fisico serviranno ancora delle settimane ma siamo pronti e carichi per la partita con l’Andria. Una squadra in salute che ha eliminato il Bari ma noi ci teniamo a partire bene. Mi piacerebbe che la mia squadra ripartisse dal gioco fatto con il Messina e, possibilmente, evitando gli infortuni che poi abbiamo avuto”.
Walter Novellino, restando sulla partita di Andria, aggiunge anche: «Sono convinto di avere una squadra che domani possa rispondere alla grande sul campo.
Mi aspetto una risposta importante dai giovani come l’hanno data nelle gare amichevoli. Il mercato finisce martedì, vedremo cosa accadrà.
Desidero una gara giocata bene dalla Juve Stabia ad Andria. La condizione fisica non è ottimale, ci vorranno 3-4 domeniche per avere la squadra al meglio e poi dobbiamo recuperare alcune pedine importanti che sono fondamentali per noi».
L’allenatore della Juve Stabia poi si sofferma sugli ultimi due arrivati Lipari e Squizzato. «Sono due giovani validi ma sono arrivati da troppo poco tempo. Il nostro è un campionato difficile e l’obiettivo è quello di far crescere i nostri giovani e raggiungere una salvezza importante, tranquilla e serena».

CRONACA