Spalletti: «Per lo scudetto sono in condominio sette squadre»

metropolisweb,  

Spalletti: «Per lo scudetto sono in condominio sette squadre»

“Non vogliamo nasconderci da niente, ma i candidati alla prima posizione del campionato sono in un condominio di 7 squadre. Noi ci assumiamo i nostri millesimi ma non vogliamo le quote degli altri. Tutti hanno le stesse quote”. Lo ha detto il tecnico del Napoli capolista Luciano Spalletti alla vigilia della sfida al Cagliari. “Sappiamo però – ha aggiunto il tecnico toscano – che ci sono momenti in ci si fa meglio e momenti in cui si fa peggio e noi siamo pronti a tutto. E’ chiaro che ora stiamo bene ad essere noi, e ci sentiamo avvolti dall’affetto della città. Ma in questo condominio tutte le sette squadre hanno lo stesso numero di millesimi”.
“Ho calciatori di talento che però vogliono essere squadra, lo vedo quando si abbracciano ed è facile fare allenatore con squadre così, con un capitano che fa vedere come si fa davvero il capitano, e con un comandante che con esperienza e maestà fisica mette tutto a posto”. Lo ha detto l’allenatore del Napoli Luciano Spalletti spiegando l’assetto della squadra azzurra a punteggio pieno e in testa al campionato. “I giocatori di questo gruppo – ha aggiunto – hanno talento ma non si accontentano di questo. Ci stanno mettendo fatica, lavoro, sudore, si allenano al massimo e si autoalimentano tra di loro. Con questo atteggiamento si evita di essere presuntuosi o supponenti”. Spalletti ha elogiato anche il club “che ad esempio – ha ricordato – ha fatto tornare Ospina in tempo dal Sudamerica per giocare contro la Juve, e che è riuscita a far giocare tutti i nostri calciatori a Leicester nella pandemia”. Il tecnico ha poi annunciato il rientro col Cagliari tra i convocati di Mertens e Demme: “Dries – ha detto – è voglioso di essere nel gruppo, abbiamo fatto un controllo con il nostro medico e anche anche con il professore che lo ha operato alla spalla, lui vuole esserci e noi noi siamo felici che torni prima. Anche Demme sarà a disposizione del gruppo. Sta bene e può tornarci utile sin da subito”.

CRONACA