I lavori nel canale-discarica di Poggiomarino dopo 30 anni di attesa

Andrea Ripa,  

I lavori nel canale-discarica di Poggiomarino dopo 30 anni di attesa

Quarantamila euro di fondi pubblici per cancellare uno scempio che da 30 anni insisteva sul territorio di Poggiomarino. Sono partiti nei giorni i lavori per la bonifica del canale che arriva sino alla rotonda tra i Comuni di Poggiomarino, San Giuseppe Vesuviano e Palma Campania. Un’area abbandonata al degrado da decenni e al centro di un progetto di rigenerazione urbana per cui l’amministrazione spera di ottenere presto i fondi. Nel frattempo per portare via le montagne di rifiuti che negli anni sono state abbandonati senza alcun controllo, contribuendo alla nascita di un ecomostro alla periferia della città, l’amministrazione ha trovato in bilancio i fondi necessari per i lavori. Le ruspe da giorni stanno effettuando gli interventi in programma tra via Cimitero fino alla rotonda via Pianillo. «Si tratta di un lavoro importantissimo. Perché in bilancio abbiamo trovato le risorse necessarie per restituire alla comunità una zona del paese che era stata completamente dimenticata, abbandonata al degrado e negli anni gestiti soltanto dai criminali che hanno sversato rifiuti», spiega il primo cittadino. Si tratta del primo passaggio nella riqualificazione e rigenerazione dell’intero territorio. «La nostra intenzione è quella di realizzare una pista ciclopedonale che parta da via Pertini. Il progetto c’è – assicura il sindaco – attendiamo soltanto il finanziamento per poter far partire i lavori. Resta comunque un risultato importante quello di aver portato via i cumuli di rifiuti da quella zona». Ed effettivamente il primo passo – di competenza dell’Ente municipale che ha stanziato i fondi – è stato compiuto. Ora toccherà agli enti sovracomunali decidere se stabilire se all’amministrazione dovranno essere assegnati i fondi oppure no. La recente scottatura della pista in via Guadagni che non è stata finanziata – in fumo un tesoretto di 750mila euro – ha spinto i vertici della squadra di governo di centrodestra ad usare cautela. Il sindaco «spera» che i soldi «arrivino presto». Nel frattempo le operazioni di bonifica attese per quasi trent’anni sono state accolte favorevolmente dalla comunità. «Finalmente ci liberano dai rifiuti», dicono i residenti di Poggiomarino che per anni hanno vissuto a ridosso della bomba ecologica. Compito dell’amministrazione sarà tutelare quel territorio restituito alla comunità.    (anri)

CRONACA