Mezzo milione di euro per famiglie e imprese in difficoltà, nuovi aiuti a Ottaviano

Andrea Ripa,  

Mezzo milione di euro per famiglie e imprese in difficoltà, nuovi aiuti a Ottaviano

Mezzo milione di euro circa per aiutare le famiglie e le attività commerciali di Ottaviano che stanno ancora facendo i conti con la crisi economica legata alla pandemia da Covid. L’amministrazione comunale del sindaco Luca Capasso vara il piano degli aiuti bis rivolti ai nuclei familiari e alle imprese del territorio. A cui andranno sostegni sotto forma di voucher spesa, come già accaduto durante la prima fase della pandemia, e di sostegni per il pagamento di canoni di locazione. Un tesoretto reso possibile dallo stanziamento dei fondi messi a disposizione dal Governo nell’ambito del Decreto Ristori bis. Grazie a quei soldi i vertici della squadra di governo dell’Ente di piazza Municipio hanno potuto mettere in campo iniziative per venire incontro alle esigenze di una comunità che ancora oggi fa fatica a fare i conti con la ripresa. «E’ volontà dell’Amministrazione comunale continuare ad assicurare un sostegno alle famiglie colpite dagli effetti economici dell’epidemia da Covid-19, in linea con quanto fatto con le precedenti determinazioni finalizzate a mitigare gli effetti pregiudizievoli della situazione economica derivante dalla diffusione dell’emergenza sanitaria», si legge nella relazione del sindaco Luca Capasso passata al vaglio degli assessori. Da qui lo stanziamento di 200.000 sotto forma di voucher spesa per garantire la solidarietà alimentare e poco più di 287mila euro sotto forma di contributi economici per coprire in quota parte le spese derivanti dal pagamento dei canoni di locazione (180mila euro saranno messi a disposizione per i canoni delle utenze non domestiche e 107.470 euro per le utenze domestiche). «I contributi saranno erogati a mezzo di bonifico bancario sul conto corrente del  richiedente ammesso al beneficio. Sarà possibile accedere sia singolarmente che cumulativamente ad entrambi i contributi, che verranno, tuttavia, concessi a ciascun nucleo familiare una tantum. L’importo massimo stanziabile per ciascun nucleo familiare come misura di “Sostegno economico per canoni di locazione alle utenze non domestiche” è di mille euro, mentre è di 500 euro per le utenze non domestiche. Potrà essere presentata una sola istanza per nucleo familiare. In caso di presentazione di più istanze, verrà ritenuta valida la prima in ordine cronologico di protocollo». Nei prossimi giorni sarà pubblicato un bando da parte dell’Ente che servirà a disciplinare l’eventuale graduatoria di coloro che presenteranno domanda agli uffici del Comune. I funzionari dell’Ente fisseranno degli indicatori necessari per comporre il punteggio che sancirà la posizione in classifica degli aventi diritto. La graduatoria basata sui criteri servirà a disciplinare l’elenco degli ammessi e degli esclusi qualora le istanze fossero superiori al finanziamento disponibile.

CRONACA