Tutto pronto per il G20 del Commercio: «Così Sorrento torna grande»

Salvatore Dare,  

Tutto pronto per il G20 del Commercio: «Così Sorrento torna grande»

«Sorrento non si ferma alla stagione estiva, anzi, va avanti sempre più forte, e torna ad essere una vetrina per il mondo, un modello per tutti». Da oggi, Sorrento diventa per quattro giorni capitale del commercio internazionale. Prima l’Innovation League, fino a domenica. Poi, da lunedì a martedì, il tanto atteso G20 del Commercio. Il sindaco Massimo Coppola, come aveva già dichiarato in occasione dell’ufficializzazione di Sorrento come sede degli incontri, ribadisce l’importanza degli appuntamenti anche sotto il profilo della promozione territoriale. A suo avviso, si riporterà la città al centro delle attenzioni europee e mondiali dopo mesi di difficoltà dovute alla pandemia da Covid 19. «E’ una iniziativa dal respiro internazionale che vedrà la partecipazione di circa 30 organizzazioni provenienti da tutto il mondo che si confronteranno, ad esempio, sulla più importante riforma per ripartire dopo la pandemia, quella del World Trade Organization» sottolinea anche sui social network il primo cittadino della città di Sorrento. Dello stesso avviso è il ministro degli esteri Luigi Di Maio che farà gli onori di casa nella quattro giorni di Sorrento in qualità di rappresentante del governo italiano (ieri ha invitato ai lavori anche il neo sindaco di Napoli Gaetano Manfredi). «Decine di delegazioni arriveranno nel nostro Paese in occasione del G20 Innovation League e del G20 Trade – dice il ministro – Due importanti eventi per le nostre aziende. Due occasioni per valorizzare il nostro mondo imprenditoriale a partire dalle start-up. Per il G20 Innovation League, i prossimi 9 e 10 ottobre, start-up innovative provenienti da oltre 20 Paesi si riuniranno a Sorrento per presentare a investitori e imprese internazionali le soluzioni tecnologiche alle maggiori sfide globali. Non basta avere idee vincenti ma bisogna creare le condizioni per renderle competitive nel mondo». C’è curiosità per i lavori del G20 del Commercio, in cui l’Italia porterà avanti assieme agli altri Paesi «la riforma dell’organizzazione mondiale del commercio al centro dell’agenda e di rilanciare il multilateralismo commerciale. Questi eventi – spiega ancora il ministro danno prestigio all’Italia e servono anche a valorizzare le perle del nostro Sud, come Sorrento. Una vetrina importante, una spinta per la ripartenza italiana». L’obiettivo è «un sistema commerciale multilaterale rafforzato, basato sulle regole, sulla trasparenza e sulla non discriminazione, che abbia al centro il Wto, è fondamentale per mitigare l’impatto duraturo della pandemia e ottenere una migliore ripresa. La riunione ministeriale del G20 del commercio a Sorrento l punterà all’obiettivo di facilitare un esito positivo della dodicesima Conferenza ministeriale dell’organizzazione mondiale del commercio a fine novembre (30 novembre-3 dicembre) e dare slancio politico a una riforma del Wto».

CRONACA