Ncc, locali e marittimi: ecco i bonus di 1.000€ a Sant’Agnello per i lavoratori piegati dalla crisi

Salvatore Dare,  

Ncc, locali e marittimi: ecco i bonus di 1.000€ a Sant’Agnello per i lavoratori piegati dalla crisi

Fondi per 150mila euro per aiutare i lavoratori colpiti dalla crisi Covid. A Sant’Agnello, dunque, in arrivo nuovi bonus, fino a 1.000 euro. Ad annunciare la svolta è il sindaco Piergiorgio Sagristani. «Con tale ulteriore intervento a favore dei lavoratori il Comune di Sant’Agnello resta ancora in prima linea nelle iniziative necessarie per affrontare le conseguenze negative sotto il profilo economico provocate dall’emergenza sanitaria dovuta ai contagi Covid 19. Così, nei limiti delle risorse disponibili, cercheremo sempre di restare al fianco di tutti coloro che hanno patito e continuare a soffrire per la crisi. Sempre vicini ai nostri cittadini» sottolinea il primo cittadino. Le domande potranno essere presentate entro e non oltre il prossimo 26 ottobre. Il bando elaborato dal Comune di Sant’Agnello prevede il possesso di cinque requisiti. Primo: residenza a Sant’Agnello al 31 dicembre 2020 e al momento della presentazione della domanda. Secondo: avere un Isee ordinario 2021 non superiore a 30mila euro. Terzo: possedere cittadinanza italiana oppure essere titolare di carta di soggiorno o risultare in possesso di permesso di soggiorno in corso di validità. Quarto: non percepire il reddito di cittadinanza. Quinto: essere inoccupato/disoccupato alla data di presentazione dell’istanza. Per percepire il bonus economico del Comune, bisognerà aver svolto attività lavorativa a tempo determinato, per almeno due mesi (60 giorni anche non continuativi) nel corso del 2020 e meno di cinque mesi (150 giorni anche non continuativi) nel 2021 (alla data di presentazione della domanda) presso aziende che operano in trasporto di persone mediante noleggio con conducente di auto e bus turistici, alberghi, aziende di viaggio e tour operator, bar, ristoranti, tavole calde, mense, gelaterie e pasticcerie, esercizi di vicinato, compagnie di navigazione battenti bandiera italiana o estera esercitanti attività crocieristica e non essere inquadrati nell’ultimo rapporto di lavoro quale ufficiale di ogni ordine e grado. Oppure, specifica sempre l’amministrazione nel bando, bisogna appartenere alla categoria delle guide e accompagnatori turistici con partita Iva associata al codice Ateco 79.90.20 quale attività prevalente con decorrenza primo gennaio 2021 risultando in possesso del patentino di abilitazione allo svolgimento della professione di guida turistica o di accompagnatore turistico. Previsti bonus anche per coloro che appartengono alla categoria delle guide e accompagnatori turistici senza partita Iva in possesso del patentino di abilitazione allo svolgimento della professione con un reddito per l’anno 2020 inferiore a 5mila euro derivante dall’esercizio dell’attività. «Tutte le conduzioni per l’accesso al contributo – evidenzia il Comune di Sant’Agnello – dovranno essere documentate. In mancanza di anche solo di uno dei requisiti le domande non potranno essere ritenute idonee e saranno quindi non ammissibili». Non è consentito presentare più di una domanda per nucleo familiare pena il decadimento del beneficio economico per tutti i richiedenti.

CRONACA