Deiulemar, la carica dei mille per accedere al fondo per i truffati delle banche

metropolisweb,  

Deiulemar, la carica dei mille per accedere al fondo per i truffati delle banche
Il deputato Luigi Gallo e il consigliere Vincenzo Salerno a Roma con i truffati della Deiulemar

Torre del Greco. Una petizione per chiedere che gli obbligazionisti della Deiulemar compagnia di navigazione, la società armatoriale di Torre del Greco fallita nel maggio del 2012 e nella quale quasi tredicimila persone avevano investito oltre 720 milioni di euro, siano considerati alla stregua dei creditori delle banche fallite e dunque possano beneficiare del fondo indennizzo risparmiatori, è stata consegnata oggi dal deputato M5S Luigi Gallo e dai consiglieripentastellati della città vesuviana, Vincenzo Salerno e Santa Borriello ”al presidente Casellati del Senato e al presidente Fico della Camera, dopo l’incontro con il presidente della commissione Bilancio del Senato Daniele Pesco” come spiegano in una nota congiunta Gallo, Salerno e Borriello.

”L’obiettivo – proseguono i tre esponenti del Movimento 5 Stelle – è chiedere il riconoscimento dei truffati della cosiddetta ‘Parmalat del mare alla stregua dei risparmiatori traditi dagli istituti di credito. L’iniziativa ha raccolto quasi mille adesioni in poche ore, con le adesioni locali di diverse forze politiche. Sia le firme raccolte che l’incontro di oggi testimoniano l’impegno ad accelerare per una soluzione già in legge di Bilancio sulla vicenda dei truffati della Deiulemar. La proposta di legge che stiamo avanzando, per consentire l’accesso al fondo, deve trovare il supporto di tutte le forze politiche e nei prossimi giorni lavoreremo ad incontri con tutti per ottenere il pieno sostegno dai responsabili di ogni partito della maggioranza di governo”.

CRONACA