Boscoreale, la sosta a pagamento slitta al 2022

Pasquale Malvone,  

Boscoreale, la sosta a pagamento slitta al 2022
20090310-PONTEDERA (PI)-CLJ -CASSAZIONE:MULTE IN STRISCE BLU, POTERE RIDOTTI AI 'VIGILINI'. Un vigilino donna fotografata questo pomeriggio a Pontedera in un parcheggio a strisce blu. La Cassazione diminuisce il 'potere di multa' ai dipendenti delle societa' che gestiscono i posteggi a pagamento su concessione del comune: i 'vigilini' non possono fare le multe per ogni tipo di infrazione che si verifica nell'area di posteggio ma solo per le infrazioni dentro le strisce blu. Per questo la Suprema Corte - con la sentenza 5621 - ha respinto un ricorso del comune di Parma contro la decisione del giudice di pace che aveva stracciato la multa inflitta da vigilini per sosta vietata a un guidatore che aveva parcheggiato l'auto nella zona in concessione per il posteggio a pagamento mettendola in uno spazio non contrassegnato dalle strisce blu. ANSA/FRANCO SILVI /KLD

Boscoreale. Sosta a pagamento: tutto rinviato al prossimo anno. Tanto attesa quanto temuta da una buona parte dei cittadini boschesi, l’avvio del servizio era atteso per gli inizi di ottobre, ma subirà un ulteriore ritardo rispetto alla tabella di marcia a causa di un disguido tecnico nell’elaborazione dei posti auto oltre che per le procedure relative alle assunzioni degli ausiliari del traffico e di un amministrativo. Il disguido tecnico, per così dire, è reelativo al numero totale di stalli: a conti fatti ne mancherebbero all’appello una trentina rispetto a quanto previsto dal capitolato di gara per un totale di 386. La società sta valutando le alternative insieme all’amministrazione comunale e non appena saranno definiti gli ultimi aspetti, si potrà procedere con la fase operativa che prevede anche l’installazione di 13 parchimetri per il servizio delle strisce blu a pagamento. L’amministrazione, da quanto si apprende, ha avviato anche un tavolo di concertazione per definire abbonamenti riservati per i residenti. Per i boschesi si tratta di una vera e propria rivoluzione che, per certi versi, dovrebbe portare ad un maggiore numero di posti auto grazie al turnover orario e, soprattutto, ai controlli serrati degli ausiliari. L’iter era stato approvato dalla giunta Balzano nel 2016, ma è con l’esecutivo guidato dal sindaco Antonio Diplomatico che si era passati alla fase operativa, con l’affidamento della gara. La società dovrebbe avviare a giorni le selezioni per l’assunzione di 5 addetti al controllo della sosta oraria e un amministrativo. L’appalto è stato aggiudicato secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Con l’assunzione dei cinque ausiliari, si dà più ossigeno al comando di polizia locale che potrà impegnare i suoi uomini per altri compiti. Il costo sarà di 60 centesimi all’ora ma la tariffa non sarà rapportata al tempo effettivo della sosta, come invece era stato previsto in una prima fase, dove era stato previsto il pagamento anche della frazione dell’ora, calcolata sul valore di 30 centesimi e l’automobilista avrebbe avuto la possibilità di sostare anche per il tempo necessario al disbrigo delle commissioni. L’orario di sosta prepagata è previsto dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle 16:00 alle 20:00, in tutti gli altri orari, la sosta sarà libera. I dipendenti delle strutture pubbliche che espletano servizio sul territorio comunale potranno sottoscrivere un abbonamento mensile di euro 20,00. si sta studiando una formula simile anche per i residenti, ma al momento non c’è nulla di concreto. Sono tredici le aree di sosta individuate, tra cui il parcheggio della Circumvesuviana, il mercato settimanale di via Passanti e Piazza Vargas. Nel centro storico, invece, Piazza Pace, via Matteotti, via Gramsci e via San Felice.

CRONACA