Domenica si corre la Neapolis Marathon

metropolisweb,  

Domenica si corre la Neapolis Marathon

Una maratona a Napoli manca da quasi sette anni. Un vuoto che verrà colmato domenica 14 novembre, quando è in programma la prima edizione della Italiana Assicurazioni Neapolis Marathon, con partenza e arrivo da piazza del Plebiscito. Venerdì alle 10 invece ci sarà il taglio del nastro al Villaggio Sport & Nutrizione, promosso dalla Ssd Neapolis Marathon in collaborazione con Coldiretti Campania, con tre giorni dedicati a convegni, esibizioni e iniziative. Oggi la presentazione nell’antisala dei Baroni del Maschio Angioino. Presenti gli assessori allo Sport e alla Sicurezza e Polizia Municipale del Comune di Napoli, Emanuela Ferrante e Antonio De Iesu. ”Dalla maratona – dice Ferrante – arriva un messaggio di vittoria dello sport e della salute. In questi due anni lo sport ci ha aiutato dal punto di vista psicologico perché è stata un’importante valvola di sfogo”. ”Attraverso eventi come questo – aggiunge De Iesu – possiamo far rivivere la città. Domenica ci sarà il massimo impegno da parte della polizia municipale e dei volontari che saranno in strada per tutelare l’incolumità dei partecipanti”. Soddisfatto anche Andrea Violante, responsabile Marketing agenzie strutturate e reti finanziarie di Italiana Assicurazioni: ”Il messaggio legato alla maratona è lo stesso che accompagna la nostra attività, ancorata al territorio e alla sua piena valorizzazione, passando per la cura e il benessere delle persone”. Benessere al centro dell’intervento del direttore regionale di Coldiretti Campania, Salvatore Loffredo: ”Le iniziative messe in campo nella tre giorni del Villaggio in piazza del Plebiscito, avranno come comune denominatore l’importanza dell’attività sportiva e della sana e corretta alimentazione. Tante le attività programmate da venerdì, nella speranza di coinvolgere quante più famiglie”. Iniziative tutte realizzate seguendo i protocolli anti-Covid previsti per questo tipo di manifestazione, ad iniziare da quelli imposti dalla Fidal: ”Gli atleti – afferma Maurizio Marino, presidente della Ssd Neapolis Marathon – quasi 1.500 al via tra maratona e mezza maratona, correranno i primi 500 metri con la mascherina, mascherina che sarà obbligatoria per tutti dopo il traguardo. Quella di domenica sarà una festa per la città”. Tra i presenti, in qualità di testimonial, anche Patrizio Oliva: ”Questa maratona – dice l’ex campione del mondo di pugilato – deve rappresentare un senso di pace dopo il flagello della pandemia. Lo sport ci insegna ad essere resilienti: la vita ci mette di fronte alle difficoltà quotidiane ma noi dobbiamo essere forti e capaci di reagire”.

CRONACA