Irma Testa ambasciatrice ‘Un Sorriso per lo Sport’

metropolisweb,  

Irma Testa ambasciatrice ‘Un Sorriso per lo Sport’

Amazon e Sport Senza Frontiere (SSF) si uniscono nella battaglia per garantire l’inclusione sociale di minori in situazioni di disagio. Nasce così “Un Sorriso per lo Sport”, il progetto solidale ed educativo promosso da Sport Senza Frontiere, scelto e sostenuto da Amazon, che ha donato 200 mila euro, e rivolto a 150 bambini di cinque città d’Italia, Roma (60), Milano (40), Napoli (30), Torino (10), Bergamo (10), che vivono in condizioni di grave disagio socio-economico, di età compresa tra i 6 ed i 14 anni, ed alle loro famiglie (300 destinatari). Sport Senza Frontiere è la Onlus che dal 2011 organizza in Italia percorsi educativo-sportivi gratuiti per bambini in condizioni di difficoltà socio-economiche o psicologiche in varie aree a rischio ed inserisce i ragazzi in programmi sportivi, integrati, personalizzati e svolti regolarmente più volte a settimana, seguendoli anche dal punto di vista psico-sanitario attraverso visite mediche periodiche. Un monitoraggio che vedrà impegnata l’equipe di SSF anche in questa iniziativa, della durata di un anno, che permetterà ai bambini di praticare sport gratuitamente e di seguire l’esempio degli Ambassador del progetto, il pluricampione del mondo Filippo Magnini e le medaglie olimpiche di Tokyo 2020 Vanessa Ferrari e Irma Testa, con un altro nome noto nel mondo dello sport come Carlotta Ferlito. Cinque le azioni che verranno messe in campo: iscrizione a titolo gratuito nei corsi delle Associazioni Sportive Dilettantistiche (ASD) per il rafforzamento e lo sviluppo di competenze motorie ed abilità sociali (include quota iscrizione, abbigliamento, attrezzature, merende, trasporto); tutoraggio e monitoraggio; azioni di prevenzione e tutela della salute; attività di contrasto alla povertà educativa e alla dispersione scolastica; azioni di promozione di stili di vita sani e di supporto alla genitorialità. “Il contrasto alla povertà educativa e all’emarginazione sociale – dichiara Alessandro Tappa, presidente di SSF – passa anche attraverso la necessità di garantire l’accesso allo sport come diritto fondamentale del minore a prescindere dalla condizione sociale dalla quale proviene. Il progetto si configura anche come intervento riabilitativo in risposta ai ‘danni collaterali’ causati dall’emergenza Covid-19. Siamo molto soddisfatti di aprire una stagione di collaborazione con Amazon che ci permetterà di raggiungere un numero maggiore di bambini e di utilizzare al meglio lo sport quale potente strumento di inclusione e recupero dalle difficoltà”. Alla campagna solidale si potrà contribuire donando uno dei prodotti della wish-list creata da Sport Senza Frontiere su Amazon.it. Una lista di materiali sportivi che serviranno ai bambini per svolgere le loro attività e che verranno spediti direttamente all’Associazione.

CRONACA