Cultura e arte in farmacia, nuovo appuntamento con “Farmacopee”

Marco Milano,  

Cultura e arte in farmacia, nuovo appuntamento con “Farmacopee”

Sorrento e Salerno si incontrano a Napoli per il terzo appuntamento con “Farmacopee” con le “Raccolte Metafantafisiche” in mostra alla Farmacia Dei Golfi nel cuore del capoluogo partenopeo. Da giovedì 18 sarà la volta di Gaetano Di Riso e Antonella Pagnotta che andranno con le loro opere ad arricchire la collezione di opere esposte in Piazzetta Duca D’Aosta, nella sede della Farmacia dei Golfi che lo scorso settembre ha inaugurato l’originale evento ideato e promosso dalla famiglia Di Martino, che vede protagonisti oggetti d’arte realizzati da dieci noti autori campani in mostra in cinque bi-personali che si alterneranno fino a febbraio 2022. E la terza tappa di questo viaggio corale nel contemporaneo vedrà Di Riso presentare “Dodici facce”, ovvero quelle che servono a formare un dodecaedro, figura legata alla classicità, dal forte richiamo esoterico. “Il solido platonico per eccellenza cui viene associata la forma geometrica dell’Universo ci collega idealmente ad una dimensione ultraterrena – come spiegato da Marcello Francolini, autore dei testi critici che accompagnano ogni mostra – la scultura composta in legno ricorda la tecnica dell’intarsio, tipica dell’area sorrentina dove Di Riso si è formato e tutt’ora risiede. Diverse essenze di legno sapientemente assemblate, ognuna con le sue caratteristiche e colori”. Il lavoro di Antonella Pagnotta, invece, dal titolo “Corpus Medicamentous”, è una scultura composita, con chiari rimandi, non a caso, alla scuola medica salernitana, la prima e più nota istituzione medica d’Europa nel Medioevo, antesignana delle moderne Università. “La struttura dell’opera ricorda – si legge nella presentazione – una messa in scena teatrale con al centro una riproduzione in 3d del corpo della stessa artista, poggiato su un piedistallo composto da tre vasche, radici, semi e foglie che formano il ciclo della vita”.

CRONACA