La lunga volata per il voto a Portici: spuntano già 6 candidati a sindaco

Daniele Gentile,  

La lunga volata per il voto a Portici: spuntano già 6 candidati a sindaco
Il Comune di Portici

Portici. Entra nel vivo la lunga volata verso le elezioni di giugno 2022, quando i cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere il nuovo sindaco e i nuovi 24 consiglieri comunali. E ai nastri di partenza della corsa già spuntano i nomi dei primi «concorrenti» pronti a scendere in campo per succedere a Vincenzo Cuomo e «prendere» il comando del quarto piano di palazzo Campitelli. A sette mesi dalla tornata elettorale ci sono già 3 schieramenti e sei potenziali candidati alla fascia tricolore.

L’asse giallorosso

Il centrosinistra racchiude attualmente 7 simboli tra liste e partiti, con due schieramenti principali: quello del M5S e quello del Pd. Due forze politiche di rilievo alleate a livello nazionale, ma – almeno fino a oggi  – incompatibili a livello locale per la costruzione di una futura coalizione. Il Pd attualmente resta in bilico in attesa di «soci» per formare una squadra con un unico caposaldo: il pieno sostegno al sindaco uscente Enzo Cuomo, a caccia della quarta elezione negli ultimi venti anni. L’altro schieramento del centrosinistra, invece, a oggi è composto da 6 simboli ancora in cerca di un candidato unitario e condiviso. Ma ci sono già diverse personalità di spicco pronte alla sfida: Alessandro Caramiello del M5S; l’ex sindaco Leopoldo Spedaliere; il presidente di Libera, Leandro Limoccia. Insomma, il fronte anti-Cuomo sembra forte e pronto ad allargarsi e a consultazioni per scegliere un volto “appetibile” in grado di rappresentare l’intera coalizione nel ruolo di candidato a sindaco.

Il rilancio della destra

Dalla Lega a Forza Italia, il centrodestra affila le armi per provare a spezzare anni di dominio «rosso». Recentemente il ritorno del simbolo di Berlusconi nella città della Reggia ha acceso nuove speranze per le prossime elezioni comunali. Ovvero, Alessandro Fimiani, da pochissimo passato all’opposizione con Forza Italia, potrebbe essere il primo possibile candidato a sindaco «dell’altro versante». Infatti, l’ex dissidente della maggioranza ha già cominciato una impetuosa campagna social contro l’attuale amministrazione comunale – sostenuta per 4 anni – facendo presagire un concreto interesse per la fascia tricolore. Discusso e criticato, per una serie di scelte politiche del passato – come la militanza nel Pd e l’improvviso amore per la Lega – Nicholas Esposito, giovane coordinatore provinciale del “Carroccio” potrebbe scendere in campo per la fascia tricolore, provando a sfidare il centrosinistra e il sindaco uscente, che un tempo aveva supportato in campagna elettorale.

©riproduzione riservata

CRONACA