Juve Stabia, Evacuo torna sul luogo del record

Michele Imparato,  

Juve Stabia, Evacuo torna sul luogo del record

Per la Juve Stabia si avvicina la partita col Catanzaro. Una sfida difficile contro una delle favorite alla promozione che, però, sta vivendo un periodo difficile da quattro turni.
La Juve Stabia di Sottili non è che se la passi meglio.
La squadra dopo la vittoria sul Bari ha steccato col Monterosi, nella seconda consecutiva al Romeo Menti. Sarebbe potuta essere la gara che avrebbe, magari, dato slancio alla classifica e al morale di Eusepi e compagni.
La Juve Stabia resta così in una sorta di limbo, a ridosso della zona playoff ma non tanto distante da quella salvezza. E’ chiaro che guardando il potenziale della rosa di Sottili non si può essere del tutto soddisfatti. La trasferta di Catanzaro, però, arriva in un momento forse anche propizio per la Juve Stabia che può sfruttare le paure dei calabresi davanti al pubblico del Ceravolo.

Evacuo torna sul luogo del record
Quella di domani sarà anche una partita suggestiva, dal punto di vista dei ricordi, per Felice Evacuo. L’attaccante della Juve Stabia fino a pochi mesi ha giocato proprio con il Catanzaro. Una parentesi durata solo un anno ma che Evacuo (39 anni) ricorda per aver raggiunto il traguardo delle 200 reti in carriera tra i professionisti.
Il giusto premio per una carriera prestigiosa che ha visto il bomber di Pompei giocare anche in società di prestigio come Fiorentina, Parma, Avellino, Novara, Spezia, Benevento tra le tante.
Una carriera che a settembre gli ha regalato la tappa di Castellammare. Un binomio che in passato più volte è stato vicino. Insomma, Felice Evacuo e la Juve Stabia si sono corteggiati e sfiorati ma poi la scintilla non è mai scoccata. Ma nella vita mai dire mai. Ed ecco che questa volta è stata quella buona. Quando Eusepi si è infortunato alla spalla il ds Rubino, per non restare scoperto nel parco degli attaccanti, ha voluto puntare sull’usato sicuro. E’ andato sulla lettera “E” della rubrica e ha chiamato Evacuo, che nel frattempo era svincolato.
L’attaccante ha quasi subito trovato l’accordo con la società di Langella. Quando non c’è stato Eusepi ha giocato titolare e ha segnato contro Vibonese e Latina, le due uniche gare vinte lontano dal Romeo Menti. L’età non è più verde e Felice sa che sarebbe difficile giocare sempre a mille e per ora sta accettando il ruolo di riserva eccellente.
A 39 anni il bomber di Pompei vuole ancora togliersi qualche sfizio prima di ritirarsi. L’anno scorso ha provato a vincere l’ennesimo campionato della sua carriera ma si è fermato ai playoff col Catanzaro. Quest’annoci riproverà con la Juve Stabia.

CRONACA