Caccia ai turisti, Sorrento e Capri città testimonial per la campagna 2022 della Farnesina

Salvatore Dare,  

Caccia ai turisti, Sorrento e Capri città testimonial per la campagna 2022 della Farnesina

Capri, le bellezze del golfo «di Surriento», la passione e il calore italiano, sono i grandi testimonial della nuova campagna per promuovere il Made in Italy nel mondo lanciata nelle scorse ore dal ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale. E così tra suggestivi video che esaltano la moda ed il cibo, l’Italia si identifica anche e soprattutto con le sue bellezze naturali, quelle che fanno del’isola azzurra, della penisola sorrentina e della costiera amalfitana, location esclusive e privilegiate, uniche al mondo. «In Italia c’è un luogo dove l’ispirazione incontra la dedizione, dove il calore si arricchisce di entusiasmo – questo il messaggio lanciato da Made in Italy “Italy is simply extraordinary: beIT” – è lì che nasce la passione italiana. Che sia nello sport o nella scienza, nella ricerca o nel design, la passione italiana è una forza da non sottovalutare. Alimenta la dedizione e accende l’eccellenza. Emana da lontano e ci spinge avanti. Vivilo». Creatività, passione, tradizione e innovazione, stile, diversità, questi i sei valori evidenziati dalla nuova campagna che si concluderà ad agosto 2022 e sarà suddivisa in due fasi. La prima, appunto, che ha scelto la narrazione dei valori che identificano l’Italia, la seconda, invece, che prenderà il via a marzo, punterà sulla promozione mirata, ovvero, dedicata a singole filiere produttive del Made in Italy. E sia in questa, con la scelta della suggestione che solo la bellezza e il fascino di Capri e dei luoghi del golfo di Napoli, sanno donare che nella successiva, che vedrà protagonisti anche i canali digitali, i profili social e gli influencer marketing, si prevede la “presenza” dello scoglio caro all’imperatore Tiberio, della terra delle sirene e della costiera amalfitana, come volani, indiscussi e indiscutibili, della magia dello Stivale, di una nazione, amata e visitata, e che saranno “l’invito” ideale a scoprirla o riscoprirla, inviato non solo nei ventisei paesi obiettivo ma con direzione globale, e destinatario tutti e cinque i continenti. «Questa è la prima campagna di Nation branding mai realizzata per l’Italia con un approccio nuovo – ha spiegato il ministro degli affari esteri Luigi Di Maio, campano, con Sorrento e Capri nel cuore come ricordato dalle sue recenti visite in entrambe le località alle quali si sente fortemente legato con affetto – obiettivo è consentire a chi ci guarda da fuori e ancora non ci conosce o lo fa superficialmente di capire chi siamo prima ancora di cosa produciamo, cosa sappiamo fare».

CRONACA