Affetto dal grave embolia e col Covid, salvato all’ospedale di Boscotrecase

vilam,  

Affetto dal grave embolia e col Covid, salvato all’ospedale di Boscotrecase

Boscotrecase. Non solo Covid, non solo la guerra nei confronti del virus. Al Covid Hospital di Boscotrecase, infatti, un paziente 54enne di Castellammare du Stabia contagiato e ricoverato nel reparto di medicina generale ieri è stato sottoposto a una delicata procedura di plasma exchange. Il prelievo viene effettuato mediante una macchina (separatore cellulare) che separa la parte liquida del sangue da quella corpuscolata (o cellulare) grazie ad una rotazione meccanica. La parte cellulare (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine) viene restituita al donatore, mentre quella liquida, il plasma, viene utilizzata per consentire le terapie trasfusionali e per ricavarne numerosi farmaci detti plasmaderivati. Nel caso del paziente, un cittadino di Castellammare di Stabia, il Covid ha accentuato la risposta del sistema immunitario contro se stesso. “Si tratta di un paziente affetto da porpora trombotica trombocitopenica, e stiamo cercando di intervenire rapidamente grazie al lavoro di equipe con rianimatori nostri e con nefrologi provenienti dall’ospedale di Castellammare e guidati dalla dottoressa Maria Rita Auricchio” le parole di Adriano De Simone, direttore del Covid H di Boscotrecase. Un lavoro che mette insieme le professionalità di ospedali diversi e le tecnologie all’avanguardia che le Asl possono utilizzare.

CRONACA