Addio a Russo, il prof che scoprì l’epigrafe del tempio di Athena a Punta Campanella

Salvatore Dare,  

Addio a Russo, il prof che scoprì l’epigrafe del tempio di Athena a Punta Campanella

Una grande mente. Un uomo di profonda cultura. Un punto di riferimento per la scuola. All’età di 80 anni, se ne va il professore Mario Russo, lo storico e appassionato originario di Meta che nel 1985 scoprì l’epigrafe rupestre di Punta della Campanella. Una grande perdita per l’intera comunità della penisola sorrentina che l’ha stimato e apprezzato per la passione coltivata nell’archeologia, per la disponibilità per gli studenti e per l’amore per la Terra delle Sirene. Allievo dell’archeologa Paola Zancani, è stato docente di lingua e letteratura inglese anche al liceo scientifico Salvemini di Sorrento ed in altri istituti superiori della penisola sorrrentina oltre a essere in prima linea con la propria professionalità a disposizione del museo Correale. «Il professore Russo è stato un importante storico locale, con numerose scoperte che hanno svelato interessanti risvolti della storia peninsulare, a cominciare dall’incredibile individuazione dell’epigrafe di Punta Campanella» si legge in una nota del parco marino che ricorda la scoperta dell’epigrafe, in lingua Osca, che attestava la presenza di un tempio dedicato ad Athena sull’estremo promontorio della penisola sorrentina. «La nostra comunità piange la scomparsa del professore Russo, protagonista della vita culturale della città, sia come docente in vari istituti sorrentini, che nelle vesti di scrupoloso storico ed archeologo, che tanto ha contribuito alla ricostruzione del passato di questa terra. Senza dimenticare l’impegno al Museo Correale, al quale ha dedicato enormi energie ed indomabile passione. Il suo insegnamento resterà patrimonio di ognuno di noi» dice il sindaco di Sorrento Massimo Coppola. «Una grave perdita per Massa Lubrense e la cultura. Dobbiamo tanto a Mario Russo non solo per la scoperta dell’iscrizione osca di Punta Campanella ma per l’attento studio di molte emergenze archeologiche del nostro territorio. Un vero appassionato della memoria e della cultura che trasuda dalla nostra terra» aggiunge commosso Lorenzo Balducelli, primo cittadino di Massa Lubrense. «Perdiamo un uomo di grande spessore culturale» lo ricorda il sindaco di Meta Giuseppe Tito.

CRONACA