I privati «accendono» il Natale a Torre del Greco: «Il coraggio dei giovani imprenditori ripara i disastri del sindaco»

Alberto Dortucci,  

I privati «accendono» il Natale a Torre del Greco: «Il coraggio dei giovani imprenditori ripara i disastri del sindaco»
L'ex vicesindaco Romina Stilo

Torre del Greco. Un Mercatino di Natale per rimediare ai disastri dell’amministrazione comunale e per provare a portare l’aria delle feste all’ombra del Vesuvio.

Superate le polemiche e le difficoltà organizzative legate alla pachidermica burocrazia dell’ente di palazzo Baronale, apre i battenti il «villaggio» allestito da imprenditori privati all’interno del parco pubblico intitolato a Salvo D’Acquisto: «Nonostante il Covid-19 e le difficoltà di questo momento storico così complicato, arriva un segnale forte da parte di giovani imprenditori che non intendono arrendersi – commenta l’ex vicesindaco Romina Stilo, oggi esponente dell’opposizione in consiglio comunale – A loro va il mio plauso e il mio incoraggiamento affinché portino avanti la loro azione per regalare un sorriso e momenti di festa ai bambini e agli adulti».

Un’azione necessaria, alla luce dei flop della «carovana del buongoverno» guidata dal sindaco Giovanni Palomba: «Lo spirito del Natale alberga nei cuori di tutti – sottolinea Romina Stilo – e non sarà un’amministrazione comunale deludente e incapace a stroncare i sogni dei cittadini. Salviamo, nonostante tutto, la nostra identità e le nostre tradizioni. Sarò sempre al fianco di chi ha deciso di combattere per salvare la nostra città da chi la sta affossando giorno dopo giorno. Il messaggio è chiaro e preciso: nessuno spegnerà il Natale».

Neanche chi, per la prima volta nella storia di Torre del Greco, non è riuscito ad accendere una luminaria in strada.

@riproduzione riservata

CRONACA