Juve Stabia, emergenza difesa con l’Andria

Michele Imparato,  

Juve Stabia, emergenza difesa con l’Andria

Si dice che i guai non vengono mai soli. Come nel caso della Juve Stabia che già si sta leccando le ferite dopo la sconfitta di Francavilla e, mercoledì, nel turno pre-natalizio contro l’Andria, deve fare i conti con l’emergenza in difesa.
L’ammonizione rimediata domenica contro la Virtus Francavilla costa la squalifica a Marco Caldore. Il difensore era in diffida e si ritrova costretto a saltare la partita di mercoledì sera contro la Fidelis Andria, prima del girone di ritorno.
La sua non è la sola defezione in difesa per l’allenatore Sottili che già da alcune partite non ha a disposizione Tonucci e Troest. Denis Tonucci ha saltato le ultime due partite contro Potenza e Francavilla mentre più lungo il periodo di assenza di Troest. Il danese è fuori dalla partita di Catanzaro e Sottili, prima della partita col Francavilla, ha fatto capire che i tempi per il suo rientro non sono vicini. Allo stato attuale della situazioni resterebbero disponibili Cinaglia ed Esposito come difensori centrali. E tra l’altro Esposito si è aggregato da poco alla squadra dopo un periodo di assenza per infortunio.
Sottili ha davvero gli uomini contati e se dovesse decidere di giocare con la difesa a quattro ha poche alternative se non Donati, Esposito, Cinaglia e Rizzo. Sottili proverà a fare di necessità virtù mercoledì sperando che poi la sosta natalizia porterà buone notizie dall’infermeria. Il campionato, infatti, torna il 9 gennaio e la pausa sicuramente consentirà allo staff medico di recupera gli infortunati. I calciatori della Juve Stabia indisponibili iniziano a essere tanti e l’ha dichiarato pure Sottili nelle interviste post Francavilla.

Sei gol nelle ultime trasferte
La Juve Stabia ha iniziato il campionato con Novellino dove non ha vinto molto ma l’unico dato positivo era quello di subire pochi gol. Insomma, il reparto difensivo nelle prime giornate è sembrato abbastanza granitico. Prima dell’ultimo periodo le Vespe non avevano mai incassato più di un gol a partita. La tendenza è iniziata a cambiare dalla partita persa a Catania 3-2 e poi la domenica seguente stesso risultato in casa col Picerno. Partita che poi è costata l’esonero a Novellino.
Il dato è peggiorato nelle ultime due trasferte dove la Juve Stabia di Sottili ha beccato 3 gol sia nel derby di Pagani e nella partita di Francavilla. Un bilancio che fa accendere la spia rossa in casa Juve Stabia e che, probabilmente, potrebbe essere e sarà oggetto di discussione tra società, Sottili e il ds Rubino alla riapertura del mercato.

CRONACA