Castellammare. Travolto da un’auto a Varano, muore dopo 17 giorni di agonia

Tiziano Valle,  

Castellammare. Travolto da un’auto a Varano, muore dopo 17 giorni di agonia

E’ morto dopo 17 giorni di agonia, all’ospedale Loreto Mare di Napoli. Ha lottato per oltre due settimane ricoverato nel reparto di rianimazione, ma le gravi ferite riportate a seguito dell’incidente che si è verificato lo scorso 20 dicembre a Castellammare non gli hanno dato scampo. Catello Sansone, 58 anni, lascia moglie e tre figli. La donna viaggiava in sella allo scooter insieme al marito quando un uomo di Sorrento, da tempo residente a Santa Maria la Carità, li travolse con la sua Bmw. Anche lei riportò gravi ferite a seguito di quell’incidente, ora è fuori pericolo di vita, ma ieri è stata raggiunta dalla notizia della scomparsa dell’uomo con il quale era sposata da 27 anni. Una tragedia immane.Sull’incidente che ha provocato la morte di Catello Sansone stanno indagando adesso gli agenti della polizia municipale di Castellammare di Stabia, agli ordini del comandante Antonio Vecchione e del tenente Donato Palmieri. La salma del cinquantottenne nella giornata di ieri è stata trasferita al Secondo Policlinico di Napoli e posta sotto sequestro. La Procura della Repubblica di Torre Annunziata che ha aperto un fascicolo d’inchiesta subito dopo l’incidente ha disposto anche il sequestro delle cartelle cliniche. Si aggrava la posizione dell’automobilista che era indagato per lesioni colpose gravissime e ora dovrà rispondere dell’accusa di omicidio stradale.L’incidente si è verificato lunedì 20 dicembre. Sono le 12.30 quando un uomo, positivo al Covid-19 e di ritorno da Gragnano, dove aveva fatto un tampone, accusa un colpo di sonno.

La sua Bmw finisce per invadere la corsia opposta e travolge uno scooter sul quale viaggiano Catello Sansone e sua moglie, entrambi di Castellammare di Stabia, ma da tempo residenti a Gragnano. La donna viene sbalzata dalla sella e vola sopra la vettura prima di cadere rovinosamente a terra. Il marito, invece, resta incastrato e viene schiacciato dalla vettura contro il muro. E’ necessario l’intervento dei vigili del fuoco per estrarlo dalle lamiere e consentire all’ambulanza arrivata sul posto di cominciare la corsa verso il pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo. L’uomo ha lesioni interne e fratture scomposte, di cui una al femore.Le sue condizioni peggiorano durante la notte, anche a causa di un arresto cardiaco, e si rende necessario trasferirlo all’ospedale Loreto Mare di Napoli. Dopo qualche ora anche la moglie viene trasferita per alcune complicazioni.La lotta per la vita di Catello Sansone, purtroppo, finisce nella giornata di ieri. Le sue condizioni di salute precipitano e i medici non possono fare nulla per strapparlo a un assurdo destino.Il 20 dicembre, il cinquantottenne stava tornando a casa assieme alla moglie, perché già erano in corso i preparativi per trascorrere con tutta la famiglia le festività natalizie. Sulla sua strada però ha trovato un’auto che l’ha travolto strappandolo per sempre alla donna che amava e ai suoi tre figli.

CRONACA